fino al 15.VII.2002 - Luca Maria Patella - Roma, De Crescenzo & Viesti 3195 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.loves - Centrale Fies
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 15.VII.2002
Luca Maria Patella
Roma, De Crescenzo & Viesti

   
 Frammenti di paesaggi italiani si schiudono dietro a un primo piano di nature morte, come una scala di grandezza alla maniera degli artisti padani del Rinascimento. È da lì, infatti, che Patella muove tornando ai primi esperimenti della fotografia archeologica... Stella Bottai 
 
pubblicato
Nella galleria De Crescenzi e Viesti, sono esposte fotografie di grandi dimensioni di Luca Maria Patella. Frammenti di paesaggi italiani si schiudono dietro a un primo piano di nature morte, come una scala di grandezza alla maniera degli artisti padani del Rinascimento. È da lì, infatti, che Patella muove tornando ai primi esperimenti della fotografia archeologica: la camera oscura, lo studio della prospettiva, le ricerche dei vedutisti italiani, degli impeccabili olandesi e fiamminghi che si ripercorrono in queste opere.
I liquidi nei bicchieri sono rosso, blu, giallo, i colori primari, colori dalle valenze alchemiche simili a strumenti di un pittore-chimico.luca_maria_patella_rubedo_at_madmountain
Contenitori, conchiglie, frutta come oggetti trovati su una spiaggia creano iridescenze stupefacenti, nel senso che ci si stupisce ad immaginare che questa natura morta in posa riesca realmente ad emettere tanta luce. Così come frammentato è il panorama, uno scorcio sui tetti da una finestra in alto, ugualmente spezzata è questa luce che si riflette in una conchiglia e rifrange le varie lunghezze d’onda.
Una tale composizione di oggetti, pensata, organizzata, depositata, lasciata interagire con l’atmosfera con questi effetti di luminosità è una fotografia-pittura, un’istantanea frutto di un lungo tempo di posa per afferrare la rifrazione dei raggi solari. Cosa fa la fotografia? Crea un’immagine ferma e istantanea di una realtà dinamica. E proprio dall’attrito fra il compito della fotografia e il prodotto di Patella emerge un senso di kitsch, dovuto forse alla ridondanza dei pensieri e dei calcoli alle spalle di queste immagini. È perciò significativo trovare delle istantanee così artefatte, una vera produzione di naturalia e mirabilia.

articoli correlati
Insoregenze del classico in cammino da Oplonti
link correlati
il sito di FotoGrafia, festival appena concluso, con foto e testi relativi alle mostre

stella bottai e lindsay harris


Luca Maria Patella
De Crescenzo & Viesti, via del Corso 42, 1°piano, 0636002414, mar_ven 11-13/16-19.30 lun 11-13 ch sab


[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Stella Bottai
vedi calendario delle mostre nella provincia Roma
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: De Crescenzo, Luca Maria Patella, stella bottai, Viesti
 

trovamostre
@exibart on instagram