Treti Galaxie presenta "Tiziano e Giorgione". A Torino un progetto dedicato all'amicizia e... 3080 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
14/12/2018
L’universo in bottiglia. Ilaria Vinci vince l’ottava edizione del Menabrea Art Prize
14/12/2018
La casa sull'albero progettata dall'architetto Will Beilharz
13/12/2018
Milano da bere? No, “Milano da Vinci”. Apre il concorso dedicato alla città di Leonardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Treti Galaxie presenta "Tiziano e Giorgione". A Torino un progetto dedicato all'amicizia e alla morte, incarnato dagli artisti Alessandro Di Pietro e Michele Gabriele

   
   
 
Treti Galaxie presenta "Tiziano e Giorgione". A Torino un progetto dedicato all'amicizia e alla morte, incarnato dagli artisti Alessandro Di Pietro e Michele Gabriele
pubblicato

Lo spazio Barriera di Torino si rivela scenario ideale per "Tiziano e Giorgione", a cura di Matteo Mottin - Treti Galaxie - fornendo la giusta atmosfera cupa, industriale e periferica, a un progetto che interpreta il tema dell'amicizia proiettandola nell'incertezza della morte. Il titolo stesso allude al patto stipulato fra i due grandi pittori veneti per cui, alla morte dell'uno, l'altro ne avrebbe completato le opere. Immersi in una dimensione spazio temporale che dilata emozioni e pensieri, le opere dei due artisti Alessandro Di Pietro e Michele Gabriele si aprono ad un confronto che si svolge sulla stessa parete, presentandosi come un dittico che si dispiega lontano dallo sguardo del visitatore. 
Lo spazio espositivo è infatti tagliato per tutta la sua larghezza da due file di mattoni al cui interno si trova dell'acqua. Il novello Lete, parte del display curatoriale, disegna un'importante suddivisione spaziale, imponendo all'osservatore la contemplazione di una pseudo realtà oltremondana, di cui partecipano le due opere in mostra. Se quindi l'attenzione è rivolta al concetto del limite e al suo superamento, l'idea curatoriale gioca una parte preponderante nell'intreccio che dà vita alla mostra, suggerendo ulteriori sviluppi, come il dialogo con lo spazio di Barriera, contenitore di eventi temporanei, ma anche deposito di opere d'arte e, in quanto tale, possibile "mondo dei morti” cui tendono i  lavori di Di Pietro e Gabriele. Auto-investendosi a eredi di Tiziano e Giorgione, gli artisti  danno vita a un vortice di eclettismo e finzione. C'è tempo fino al 2 ottobre per visitare la mostra. (Alessandra Franetovich)


Foto sopra, Alessandro Di Pietro, intervento per Tiziano e Giorgione, courtesy Treti Galaxie, 2016, photo Marco Cappelletti
Foto home, Tiziano e Giorgione installation view, courtesy Treti Galaxie, 2016, photo Marco Cappelletti
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram