Un mostra possibile. Quaranta opere di Caravaggio, insieme grazie alla riproduzione digitale 3136 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Un mostra possibile. Quaranta opere di Caravaggio, insieme grazie alla riproduzione digitale

   
   
 
Un mostra possibile. Quaranta opere di Caravaggio, insieme grazie alla riproduzione digitale
pubblicato

Il Comune di Fossano, Rai e Rai Com, in collaborazione con la Diocesi di Fossano e ProgettoMondo Mlal, presentano "Caravaggio, La Mostra Impossibile”. Quaranta capolavori di Michelangelo Merisi riprodotti con tecnologie d’avanguardia ad altissima definizione e in dimensioni reali, saranno visibili fino al 9 luglio al Castello degli Acaja e al Museo Diocesano. I visitatori potranno ammirare in un’unica occasione opere distanti migliaia di chilometri che si trovano esposte nelle collezioni e nelle chiese di tutto il mondo, dagli Uffizi al Prado, dalla National Gallery all’Ermitage di San Pietroburgo. Il progetto delle Mostre Impossibili nasce da un’idea di Renato Parascandolo e dalla direzione scientifica di Ferdinando Bologna, collaboratore di Roberto Longhi, partendo da due considerazioni principali: la riproducibilità digitale dell’opera d’arte nella nostra epoca e la difficoltà nella realizzazione di grandi esposizioni di questo tipo, per problemi legati al prestito, per i costi di assicurazioni e le speciali misure di sicurezza. Dal 2003, sono state realizzate Mostre Impossibili dedicate non solo a Caravaggio ma anche a Leonardo e Raffaello, esposte in diverse città italiane ed estere e visitate da oltre un milione di persone. Storici dell'arte di fama internazionale come Salvatore Settis, Denis Mahon, Dominique Fernandez, Claudio Strinati a Maurizio Calvesi, hanno sostenuto nel tempo questo progetto, che facilita confronti e accostamenti possibili solo grazie a una visione d’insieme, migliorando la lettura dell'opera completa dell’artista.
Oltre alle opere, Munus, una delle più attive strutture nazionali di gestione di servizi museali e mostre, arricchisce il percorso con altri apparati multimediali dal valore didattico: dalle sequenze tratte da film, sceneggiati e spettacoli teatrali sulla vita e l’opera del Caravaggio, alle "musiche dipinte” in quattro famosissimi quadri: Riposo durante la fuga in Egitto, i due Suonatori di liuto e Amore vincitore. Grazie a questa iniziativa del Comune di Fossano, il Castello degli Acaja, che già ospita la biblioteca cittadina, ricca di oltre 144.000 volumi, e un fondo storico di circa 15.000 testi, si orienta a diventare una moderna «casa della cultura digitale».
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

trovamostre
@exibart on instagram