Diana Baldon è la nuova direttrice di Fondazione Fotografia Modena, sostituendo Filippo Ma... 3108 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
recensioni
rubriche
         
 

Diana Baldon è la nuova direttrice di Fondazione Fotografia Modena, sostituendo Filippo Maggia. E che ne è del Polo dell'immagine?

   
   
 
pubblicato

Diana Baldon sarà la nuova Direttrice di Fondazione Fotografia Modena. Padovana, già Direttrice del Malmö Konsthall di Malmö, è stata scelta all’unanimità dal Consiglio di Amministrazione e prenderà il posto di Filippo Maggia, che ha lasciato l’incarico per motivi personali e manterrà la direzione del Master di Alta Formazione sull’immagine contemporanea. 
Diana Baldon ha studiato Arti Visive al Dams di Bologna e si è laureata con una tesi in Museologia sul Musée d’Art Moderne et Contemporain di Ginevra, dove ha lavorato per due anni. Nel 2004 è stata nominata direttrice della Max Wigram Gallery di Londra, mentre tre anni dopo si è trasferita a Vienna per assumere l’incarico di curatrice e docente universitaria all’Academy of Fine Arts. Nel 2012 è stata nominata direttrice della Swedish Contenporary Art Foundation di Stoccolma. «Il profilo di Diana Baldon, unito alla sua esperienza internazionale come manager e curatrice di importanti istituzioni culturali, è la migliore garanzia di sviluppo del progetto di Fondazione Fotografia Modena», ha dichiarato il Presidente Paolo Cavicchioli. 
L’incarico avrà effetto a partire dal primo giugno 2017 e l’agenda degli impegni è già molto fitta, dalla collaborazione con la Galleria Civica-Museo della Figurina per la programmazione congiunta del 2018, al tavolo tecnico per il Polo della Cultura che, tra gli altri obbiettivi, prevede un ampio progetto di restauro e riqualificazione dell’ex ospedale Sant’Agostino, sede della Fondazione, del Palazzo dei Musei e dell’ex ospedale Estense.
A tale proposito, Baldon era già stata nominata, insieme a Maria Chiara Bertola e Caterina Riva, in una shortlist per la posizione di Direttore del Polo, un organismo nel qualche dovrebbero confluire, mantenendo la propria specificità, la Galleria Civica-Museo della Figurina e Fondazione Fotografia, usufruendo degli spazi di Palazzo Santa Margherita, di parte di Palazzo Montecuccoli, dell’ex Fotomuseo di via Giardini, della Palazzina dei Giardini Ducali, del Foro Boario e di Mata-Manifattura Tabacchi. A questo punto, il cerchio sulla figura del nuovo direttore del Polo sembra stringersi ma nessuna notizia ufficiale è ancora trapelata.

In alto: sala espositiva nell’Ex Ospedale Sant’Agostino, foto di Elisabetta Baracchi
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

trovamostre
@exibart on instagram