In viaggio da Belfast a Seoul, via Roma. Da Albumarte, la rassegna VideoArtForum 3122 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

In viaggio da Belfast a Seoul, via Roma. Da Albumarte, la rassegna VideoArtForum

   
   
 
In viaggio da Belfast a Seoul, via Roma. Da Albumarte, la rassegna VideoArtForum
pubblicato

Potremo attraversare il silenzio magico dell’Irlanda del Nord e i confini surreali della Corea del Sud, lanceremo uno sguardo sul panorama artistico di Belfast e ci faremo confondere dalla realtà virtuale di Seoul. Tutto a distanza di poche ore e nello stesso spazio, indipendente, no profit e a via Flaminia, Roma, ovvero, nella sede di Albumarte, che propone la rassegna VideoArtForum, con due proiezioni e relativi dibattiti, il 14 e il 15 novembre. Si inizia con la prima italiana di Chasing Bounderies Belfast, di Zaelia Bishop ed Emanuele Napolitano, in preview ad ArtVerona e in prima assoluta a Parigi. Con gli autori scopriremo Belfast, città dinamica, centro propulsivo di arte e cultura grazie ai numerosi collettivi e spazi indipendenti che alimentano la scena giovanile in un clima di mutuo sostegno e circolazione di idee. Alla proiezione seguirà un dibattito con gli interventi di Manuela Pacella e Paola Ugolini. Quello sulla città irlandese è il terzo capitolo di una serie articolata con interviste agli artisti attraverso cui i due autori hanno presentato il multiforme contesto di altre due città: Tel Aviv, con il video selezionato per lo Short Film Corner-Festival del Cinema Di Cannes 2016, e Vilnius. 
Il 15 novembre, ancora una prima, con Ascar, a cui seguirà un incontro a cura di Wonderlust #rome, con Elisa Strinna, autrice del video, e l’artista sud coerano Junghun Kim. L’opera è stata realizzata da Strinna durante la residenza nella scorsa primavera presso il Seoul Art Space Geumcheon. Al centro dell’opera è lo scenario duale della realtà contemporanea, tra natura e virtuale, disparità che attraversa le immagini e le due voci del video, quella di una donna che descrive il paesaggio e quella di un uomo che spiega scientificamente la genesi dell’universo. Alle le voci di amatori, esperti e tossicodipendenti di Virtual Reality e internet, si alternano le interviste a ricercatori di scienze naturali del Muséum National d’Histoire Naturelle de la Ville de Paris.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

trovamostre
@exibart on instagram