David Zwirner si regala una nuova galleria newyorchese. A progettarla sarà Renzo Piano 3052 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/10/2018
Luca Guadagnino ha progettato il nuovo negozio Aesop a Roma
22/10/2018
La comunità è una domanda. Rispondono gli studenti di Brera con una mostra
22/10/2018
Antiche questioni di identità. Il codice Maimonide in esposizione a Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

David Zwirner si regala una nuova galleria newyorchese. A progettarla sarà Renzo Piano

   
   
 
David Zwirner si regala una nuova galleria newyorchese. A progettarla sarà Renzo Piano
pubblicato

25 anni e festeggiarli alla grande. David Zwirner sa bene come farlo e, per celebrare degnamente questo importante traguardo raggiunto dalla sua lunga e fruttuosa attività, si regalerà un nuovo spazio sulla West 21st Street a Chelsea, New York. Un edificio d’angolo di cinque piani, che sarà progettato da Renzo Piano, aprirà nel 2020 e costerà 50 milioni di dollari.
L’archistar, vincitore del Premio Pritzker e Senatore a vita, è al suo primo progetto di galleria privata ma è già a suo agio nella zona, visto che nel lato occidentale di Manhattan si trova il suo Whitney Museum, inaugurato nel 2015. Per questo nuovo lavoro, disegnerà uno spazio espositivo diffuso su tre piani, mentre gli altri due saranno destinati a uffici e magazzini e «non ci sarà bisogno di guardaroba, biglietterie», ha ironizzato Zwirner, facendo riferimento alla lunga esperienza dell'architetto italiano in campo di musei, dal Centre Pompidou, insieme a Gianfranco Franchini e Richard Rogers, al Nemo di Amesterdam. 
Questa sede si aggiungerà alle altre tre newyorchesi – due a Chelsea e una nell’Upper East Side, aperta recentemente – e a quella londinese di Grafton Street, Mayfair, in attesa poi di un altro spazio a Hong Kongterra di conquista delle grandi gallerie occidentali, come Gagosian e White Cube – che inaugurerà il 27 gennaio 2018 con una personale di Michaël Borremans. Anche se, secondo alcune indiscrezioni, dopo l’apertura della sede della 21ma strada, si abbasseranno le saracinesche della 19ma. Ma per il momento, Zwirner guarda solo avanti, perseguendo una strategia espansionistica, per stare al passo con gli agguerritissimi competitor, come Hauser & Wirth, e intervistato dal New York Times si è mostrato euforico: «questa operazione aumenterà la qualità dei miei spazi e ciò è importante per tutte quelle persone che ho più a cuore nella mia vita: gli artisti e le persone che lavorano con me». 
Che Zwirner sia un tipo sentimentale sembra essere evidente anche per un altro motivo. Infatti, sempre per festeggiare  il 25mo anniversario, è stato annunciato, con grande soddisfazione, che la estate di Franz West, passato da Gagosian nel 2000, ritornerà alla sua galleria. Questa è una notizia che particolarmente significativa per il dealer tedesco, visto che aprì la sua prima galleria, nel 1993, a SoHo, proprio con una mostra dell’artista scomparso nel 2012. 
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram