Nasce Artland. Social e app per art lovers 3067 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/10/2018
Luca Guadagnino ha progettato il nuovo negozio Aesop a Roma
22/10/2018
La comunità è una domanda. Rispondono gli studenti di Brera con una mostra
22/10/2018
Antiche questioni di identità. Il codice Maimonide in esposizione a Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Nasce Artland. Social e app per art lovers

   
   
 
Nasce Artland. Social e app per art lovers
pubblicato

L’ultima nata nel panorama delle applicazioni online dedicate all’arte è Artland, un luogo dove far incontrare tutti i protagonisti del mercato, artisti, galleristi e collezionisti, per metterli in rete e favorire gli scambi. 
Contro le app che promettono di eliminare gli intermediari, Artland amplifica l’importanza dei ruoli specifici dei professionisti dell’arte e degli appassionati, rendendo l'acquisto più accessibile e quindi ampliare il panorama di vendita. 
"La visione di Artland è di rendere l'arte più accessibile a un pubblico più ampio. E abbassare la barriera per entrare nel mercato", dichiara il co-fondatore Mattis Curth, che insieme al fratello e co-fondatore Jeppe ha fatto un passo in una galleria per la prima volta all'inizio del 2016. "L'obiettivo è quello di servire piuttosto che distruggere i giocatori esistenti nello spazio artistico. Il modello di business di Artland è quindi saldamente attaccato alle gallerie - vendendo un servizio in abbonamento per il quale possono anche mostrare le opere che hanno in vendita nelle loro gallerie sulla piattaforma". 
Le gallerie possono anche essere elencate e visibili perla comunità di appassionati e acquirenti d'arte dell'app e possono aggiungere dettagli delle loro mostre ed eventi imminenti.
"Quello che facciamo è costruito sui principi dei social media, perché è così che possiamo indirizzare la nuova generazione di acquirenti d'arte". Elemento, questo, che li rende unici: "In questo momento ci posizioniamo nel settore come l'unico mercato dell'arte basato sui social... Ciò significa che siamo il luogo in cui i collezionisti possono connettersi tra loro e il primo posto per i collezionisti per condividere le proprie collezioni online". Non l’ennesimo Tinder o Shazam per l’arte, ma un luogo di incontri reali, seppur virtuali, per comprare e vendere arte.  L’azienda, in fase di start up, è stata lanciata a livello globale nel mese di settembre 2017 e sta attualmente facendo il suo secondo round di finanziamenti. (RP)

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram