Ecco i nomi dei candidati alla direzione del MAN di Nuoro. A stretto giro il vincitore 3092 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/12/2018
La consacrazione dei manga, in una grande mostra al British Museum
15/12/2018
A Milano, le case dei libri. Vendita, scambio e mostra, sul filo dell’arte
14/12/2018
L’universo in bottiglia. Ilaria Vinci si aggiudica l’ottava edizione del Menabrea Art Prize
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Ecco i nomi dei candidati alla direzione del MAN di Nuoro. A stretto giro il vincitore

   
   
 
Ecco i nomi dei candidati alla direzione del MAN di Nuoro. A stretto giro il vincitore
pubblicato

Davide Dall'Ombra, Marcello Smarrelli, Maurizio Coccia, Stefano Raimondi, Maria Yvonne Pugliese, Marco Izzolino, Antonella Camarda, Giacomo Zaza, Maria Paola Dettori e un ex aequo tra Claudio Giuseppe Cravero e Luigi Fassa. Sono questi i primi undici nomi nella graduatoria dei concorrenti per la direzione del MAN di Nuoro, in ordine del punteggio assegnato dopo la valutazione dei titoli. «Le domande sono state tante, 27. Un ottimo risultato, che non ci aspettavamo. A differenza delle precedenti selezioni la griglia era molto più severa, abbiamo chiesto esperienze di direzione e curatela nel settore dell'arte contemporanea», ha commentato Tonino Rocca, presidente del CDA del museo sardo che, dal 2000, è membro dell'ICOM-International Council of Museums e, dal 2004, è stato ammesso nell’AMACI-Associazione dei musei d'arte contemporanea italiani, che riunisce le più importanti istituzioni italiane operanti in questo ambito. 
Le domande sono arrivate da tutta Italia, una dall'estero è stata cassata per errori nella documentazione, relativamente bassa l’età la media dei partecipanti, con il candidato più giovane nato nel 1986. Nelle prime posizioni, sono Camarda e Dettori sono di origini sarde. Al termine del colloquio con la commissione, il prescelto andrà a sostituire Lorenzo Giusti, chiamato questa estate alla direzione della GAMEC di Bergamo e che avevamo sentito per un commento a caldo
Tra i compiti del nuovo direttore, la valorizzazione della collezione del museo sardo, comprendente un corpus di circa 500 opere, per un percorso espositivo che va dalla fine dell’Ottocento al contemporaneo, con un focus sugli artisti sardi, come Maria Lai e Costantino Nivola. Ma il MAN è stato aperto anche alle suggestioni internazionali e, attualmente, sono in corso due mostre temporanee, "Amore e rivoluzione. Coppie di artisti dell'avanguardia russa", e "Nasellini", prima personale in un museo italiano dell’artista polacco Jakub Julian Ziolkowski.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram