Sostiene Teresa Margolles 3119 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/12/2018
La cultura dell’olio d’oliva. Fino al 21 dicembre aperte le candidature per il bando OLE@ART
18/12/2018
Stranger Things, dalla serie tv al videogioco in 16-bit
18/12/2018
Oscar 2019: Dogman fuori dalle nomination come miglior film straniero
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Sostiene Teresa Margolles

   
 Si inaugura oggi al PAC di Milano “YA BASTA HIJOS DE PUTA”, la mostra di Teresa Margolles incentrata sui tabù della morte e della violenza, indagati in relazione alle disuguaglianze sociali ed economiche presenti attualmente in molte nostre realtà quotidiane  
 
Sostiene Teresa Margolles
pubblicato

La straordinaria storia esistenziale e artistica di Teresa Margolles (Culiacán, Sinaloa, Messico, 1963) è ormai ben nota. Si tratta di un’artista visiva che esamina le cause e le conseguenze sociali della morte, della distruzione e della guerra civile. Famosa per la creazione di opere d’arte che si concentrano sui temi della violenza, del genere e dell’alienazione, il suo lavoro critica l’ordine sociale ed economico che rende normali certe morti violente, trasgredendo le convenzioni sociali e artistiche e sottolineando la complicità del governo nel produrre violenza e nel generare povertà. Come firma singola, e attraverso il collettivo SEMEFO (Servicio Médico Forense), fondato a Città del Messico nel 1990 e attivo per un decennio, Teresa Margolles è tra le artiste che più hanno trattato il tema della brutalità della guerra tra narcotrafficanti e forze dell’ordine nella Repubblica federale del Messico, realizzando opere dalle quali emerge una ferma condanna alla violenza e a ciò che essa produce nelle famiglie delle vittime, nelle comunità e nello spazio urbano.
Per questo è sicuramente un evento degno di nota e di visita la mostra che il PAC di Milano le dedica da oggi (domani l’apertura al pubblico), con 14 installazioni, dure come un pugno nello stomaco, che affrontano i tabù della morte e della violenza, indagati in relazione alle disuguaglianze sociali ed economiche presenti attualmente in molte nostre realtà quotidiane.
Inoltre, in occasione di miart e Art Week, venerdì 13 aprile alle ore 19.30, un altro evento imperdibile attende il pubblico: si tratta della performance di Margolles tributo a Karla, prostituta transessuale assassinata a Ciudad Juárez (Messico) nel 2016. Un gesto forte, che lascerà una ferita aperta sui muri del PAC e vedrà protagonista Sonja Victoria Vera Bohórquez, una donna transgender che si prostituisce a Zurigo.

INFO
Opening: ore 19.00 (su invito)
YA BASTA HIJOS DE PUTA. TERESA MARGOLLES
apertura al pubblico: dal 28 marzo al 20 maggio 2018
PAC-Padiglione d’Arte Contemporanea
via Palestro 14, Milano
tel. 02 88446359 – pacmilano.it

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram