Il graffito che incassa 3080 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/05/2018
Parte la campagna per finanziare il documentario dedicato alla Signora Ceppo di Twin Peaks
25/05/2018
L'ex produttore Harvey Weinstein si è consegnato alla Polizia di New York
25/05/2018
Online su Google, il museo digitale dedicato a Frida Kahlo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Il graffito che incassa

   
   
 
Il graffito che incassa
pubblicato

Criptovalute, Bitcoin e affini: strada del commercio futuro. Ed ecco che entrano nell’opera, grazie a un artista che ha escogitato un modo per beneficiare direttamente di questa tecnologia ancora nascente invitando i passanti a donare una monetina virtuale usando un codice QR.
L’ideatore si chiama Pascal "PBOY" Boyart, street artist francese, che al momento ha realizzato 0,11 Bitcoin (circa mille dollari) da 23 donatori con il suo ultimo muro. L'impresa ha persino attirato l'attenzione di Reddit.
Boyart era affascinato dall'idea di essere in grado di connettersi direttamente con il pubblico e di ricevere denaro per il suo lavoro senza passare da un intermediario. Così ha studiato sei mesi la materia e et voilà, sul muro ha graffitato anche codice QR attraverso il quale il pubblico può sostenere la sua pittura.
"Penso che i tempi che stiamo vivendo siano difficili per gli artisti di mente libera. Sembra l'era degli Impressionisti, con un'arte ufficiale di accademici, mentre altri non hanno molte possibilità di vedersi in una fiera d'arte internazionale", ha dichiarato ad Artnet PBOY.
Il pezzo con cui si inaugura questa scelta è intitolato Rembrandt dos au mur, ed è in Rue Riquet a Parigi. Prima del murale di Rembrandt, il primo lavoro con tag QR di Boyart è stato dipinto lo scorso novembre e mostra la faccia di un ragazzo con la didascalia "Papà, c'est quoi l'argent?", "Papà, che cos'è il denaro?" 
"Occasionalmente, vendo alcune opere e organizzo le mie personali mostre. Il più delle volte, i miei pezzi di street art sono realizzati senza compenso, solo per il piacere di dipingere e condividere con le persone". E allora…offrite! 
"Penso che il Bitcoin sia una grande idea per il futuro e porterà più senso, talento, libertà e creatività dagli artisti, con un sistema orizzontale peer-to-peer. L'arte e la creazione hanno bisogno di questo, credo" sostiene PBOY.

Fonte: artnet




 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram