Frieze NY bollente, rimborso ai galleristi 3067 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2018
L’ultimo video di Beyoncé e Jay Z è da museo. Visto che è stato girato al Louvre
16/06/2018
007, con licenza di esporre. Il nuovo museo dedicato a James Bond aprirà sulle Alpi
15/06/2018
A Toronto, trafugata un’opera di Banksy. E non era per strada
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Frieze NY bollente, rimborso ai galleristi

   
   
 
Frieze NY bollente, rimborso ai galleristi
pubblicato

Già Frieze NY negli ultimi tempi non aveva goduto di ottima salute; già non si tratta della fiera più amata d’America, e se ci metti che un mese fa – ve lo avevamo prontamente raccontato – sotto la tensostruttura di Randall’s Island si moriva di caldo per un gusto all’aria condizionata non è che le cose migliorino. 
Pare però che gli organizzatori della fiera abbiano lanciato un'offerta per rimborsare parzialmente gli espositori interessati dalle temperature infernali dei primi giorni di maggio.
Ieri, in una lettera inviata ai galleristi, i dirigenti di Frieze hanno scritto: "Ci siamo ripromessi di darti qualcosa in seguito a Frieze New York e ti stiamo scrivendo ora per confermare un rimborso del 10 per cento sulla commissione”.
La lettera porta i nomi della direttrice Victoria Siddall, dei co-fondatori Amanda Sharp e Mathew Slotover, del direttore artistico Loring Randolph e l'ex direttore della galleria Casey Kaplan di New York.
La spiegazione su cosa sia andato storto non è molto chiara, ma la missiva prosegue puntando sulla "riprogettazione” del 2019, compresi gli sforzi per creare uno spazio migliore.
"Eravamo consapevoli dell'ondata di caldo anticipato, abbiamo creduto che il sistema HVAC sarebbe stato in grado di funzionare in modo efficace e abbiamo acceso l'AC tutto il giorno e la sera prima dell’opening e durante i giorni di anteprima. Sfortunatamente, il sistema non è riuscito a resistere alle temperature da record. La nostra intenzione è sempre stata quella di creare un'esperienza fantastica per voi, i vostri clienti e gli artisti, quindi siamo davvero rattristati e dispiaciuti per questo e vogliamo che sappiate che stiamo lavorando ora per assicurarci che non possa mai più accadere”.
La lettera è accompagnata da un'annessa "Richiesta di nota di credito" attraverso la quale gli espositori potranno richiedere il rimborso parziale.

Fonte: artnet


 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Manifesta 12 - Palermo - La guida con tutti gli eventi e non solo
trovamostre
@exibart on instagram