L’arte è imitazione della natura. L’eterno dialogo, in mostra all’Orto Botanico di Roma 3039 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
16/01/2019
Al British Museum avevano in collezione un’arma letale ma credevano fosse un antico vaso
16/01/2019
A Roma, nuovo spazio dedicato alla fotografia. Apre Le Petit Atelier
15/01/2019
Slitta la data di apertura del parco a tema Studio Ghibli di Hayao Miyazaki
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

L’arte è imitazione della natura. L’eterno dialogo, in mostra all’Orto Botanico di Roma

   
   
 
L’arte è imitazione della natura. L’eterno dialogo, in mostra all’Orto Botanico di Roma
pubblicato

Linee che si intrecciano a formare l’essenza immutabile degli alberi, un mandala di semi e spezie, forme realizzate dal lavorio dei tarli, una coda ossea che diventa codice scultoreo, ibridazioni di legno e acciaio, gesso e piuma, foglie e terracotta e tanto altro ancora. 26 sono artisti e una sola è la protagonista. Per "Tutta l’Arte è imitazione della Natura”, collettiva che aprirà il 16 giugno, all’Orto Botanico di Roma, a cura di Manuela Evangelista, diversi linguaggi entreranno in dialogo per esprimere quel rapporto tra uomo e ambiente che, da sempre, è fonte di ispirazione e interpretazione. Già lo scriveva Seneca nella sue epistole, «Omins ars naturae imitatio est», sintetizzando una corrente di pensiero particolarmente affermata proprio in quell’epoca e ripresa anche da Cicerone che, nel Pro Archia, scriveva che «L’osservazione della natura e la meditazione hanno generato l’arte». 
Così, le opere di Riccardo Ajossa, Nobushige Akiyama, Gloria Argelés, Ivan Barlafante, Ivan Calamita, Selene de Condat, Roselyne de Feraudy, Epvs, Theo Eshetu, Cristina Falasca, Geo Florenti, Andrea Fogli, Paolo Guiotto, Maya Kokocinski, Cesar Meneghetti, Stefano Minzi, Daniela Papadia, Fabio Francesco Parisella, Julie Polidoro, Felipe C. Risco, Guendalina Salini, Corrado Sassi, Maurizio Savini, Guido Strazza, Riikka Vainio, Delphine Valli, saranno diffuse in diversi punti del Museo Orto Botanico, che rappresenta il contesto ideale, dove natura e artificio si incontrano per mettere in scena un dialogo mai scontato e sempre riflessivo.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram