A Palazzo d'Avalos di Vasto, si celebra l'arte di Filippo Palizzi 3116 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/02/2019
Love Plane di Banksy ricompare a Liverpool
18/02/2019
Muore Carla Pellegrini Rocca, storica gallerista milanese
18/02/2019
Dopo il restauro a Venezia, la Vecchia di Giorgione è pronta per gli Stati Uniti
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

A Palazzo d'Avalos di Vasto, si celebra l'arte di Filippo Palizzi

   
   
 
A Palazzo d'Avalos di Vasto, si celebra l'arte di Filippo Palizzi
pubblicato

In occasione del bicentenario dalla nascita, Vasto celebra il pittore Filippo Palizzi (16 giugno 1818 – 16 giugno 2018) con una mostra che, fino al 30 settembre, sarà visibile negli spazi di Palazzo d’Avalos. Curata da Lucia Arbace, e organizzata dal Comune di Vasto, in collaborazione con il Polo Museale dell’Abruzzo e la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, l’esposizione ripercorre, attraverso varie sezioni tematiche, l’intero arco dell’attività di Palizzi, nel periodo compreso tra il 1830 e il 1899. Dagli esordi nella città natale, agli anni della formazione a Napoli, ai viaggi in Moldavia e nel Nord Europa, al dialogo con Parigi, ai soggiorni a Cava de’ Tirreni fino ad arrivare all’attività presso il Museo Artistico Industriale di Napoli, interamente dedita alla maiolica e alla cesellatura di bronzi. Le 150 opere selezionate provengono dalla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma e dai musei di Napoli, attingendo soprattutto alle donazioni di Filippo Palizzi del 1892, 1896 e 1898. Così, le città con cui l’artista ha avuto un legame, hanno collaborato insieme per poter rappresentare l’eredità, il percorso e le grandi doti creative di Palizzi.



In Homepage: foto di Gaetano Basti
In alto: foto di Gino di Paolo
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram