Nuda verità, dal medioevo a Francis Bacon. A Cork, in mostra la storia dell’arte senza veli 3068 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/07/2018
Sergio Mattarella ospite speciale per la mostra dell'Istituto Garuzzo a Tbilisi
17/07/2018
La tua zona living floreale, con la carta da parati di Frida Kahlo
17/07/2018
Una immersione virtuale tra i beni archeologici sommersi del Mediterraneo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Nuda verità, dal medioevo a Francis Bacon. A Cork, in mostra la storia dell’arte senza veli

   
   
 
Nuda verità, dal medioevo a Francis Bacon. A Cork, in mostra la storia dell’arte senza veli
pubblicato

Magari sarà meno altisonante della mostra che il Met Breuer di New York ha dedicato ai mostri sacri Gustav Klimt, Egon Schiele e Pablo Picasso ma anche nella verde Irlanda, in quanto a nudi, ne sanno qualcosa. Gli spiriti bollenti per l’arte non potranno assolutamente perdere "Naked Truth: The Nude in Irish Art”, mostra appena aperta alla Crawford Art Gallery di Cork, tra le maggiori istituzioni culturali pubbliche irlandesi, e visitabile fino al 28 ottobre. Ottante opere per attraversare la storia dell’arte in déshabillé, dal punto di vista particolare dell’Eire, dai bassorilievi medievali delle Sheela-na-Gigs – rappresentazioni femminili a dir poco sproporzionate – ai ritratti iconoclasti di Francis Bacon, passando per Neoclassicismo, Cubismo ed Espressionismo. E non di solo corpo si tratta, visto che il nudo è una questione ambigua tra identità, genere e potere, come si evince dai lavori di Dorothy Cross, Kathy Prendergast, Alice Maher, Amanda Coogan, Nigel Rolfe, Brian Maguire, Jason Dunne, Pádraig Spillane, Lynn-Marie Dennehy e Andrew Folan, tra gli altri artisti in mostra. 
Un argomento che non riguarda più solo l’osceno, ciò che si tende a nascondere, cioè a vedere non vedendo, considerando l’esplicita esposizione di membra e pudende che, quotidianamente, emergono al nostro campo visivo. Corpo ideale e corpo commerciale coincidono ed è giusto che sia così? Difficile a dirsi, soprattutto d’estate, stagione in cui il fisico è maggiormente messo alla prova. Sconsigliato però il costume, potrebbe sembrare una mise fuori luogo per visitare la mostra.

In home: Elizabeth Cope, Giraffe Man, 2006. Photo Anthony Hobbs 
In alto: Dragana Jurisic, 100 Muses, 2015. © the artist. Courtesy of Caoimhe Lavelle
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram