Fino al 7.IX.2018 - Maria Thereza Alves, Time, Trade and Surplus Value - Galleria Alfonso ... 3065 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/07/2019
Banksy è ufficialmente l’artista più amato di tutti i tempi dagli inglesi
18/07/2019
Un uomo ha appiccato un incendio in uno studio di animazione giapponese. Almeno 20 morti
17/07/2019
Per il compleanno di Frida Kahlo, regalati la sua nuova collezione beauty
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Fino al 7.IX.2018
Maria Thereza Alves, Time, Trade and Surplus Value
Galleria Alfonso Artiaco, Napoli

   
  Luciana Berti 
 
Fino al 7.IX.2018 - Maria Thereza Alves, Time, Trade and Surplus Value - Galleria Alfonso Artiaco, Napoli
pubblicato

Senegal, Time, Trade and Surplus Value è il titolo del video del 2004 che Maria Thereza Alves ha presentato per la prima personale alla Galleria Alfonso Artiaco. La narrazione indugia sugli elementi galleggianti, abiti quasi irriconoscibili che assumono una valenza tragica, così facilmente assimilabili alle agghiaccianti immagini dei corpi dei migranti dispersi in mare. Queste stoffe rimandano a una emergenza non solo umanitaria ma anche ecologica, in quanto scarti che si accumulano e conquistano il loro spazio nella natura. Un video impegnativo, pur nella sua semplicità, teso a concretizzare la consapevolezza che il consumo compulsivo e irrinunciabile di beni abbia a che fare non poco con l'attuale situazione socio-politica. Due discorsi separati che si uniscono negli occhi dello spettatore, fino a confondersi. Il video, peraltro, ha prestato il titolo alla mostra, evidenziando quale sia il tono dell'intero progetto espositivo, addolcito solo dalla bellissima figura femminile realizzata in vetro, Shaushka, divinità che trae le proprie origini dal bacino del Mediterraneo, immagine scelta per la comunicazione.

null
Maria Thereza Alves, Time, Trade and Surplus Value

Similmente, Urban Rituals si compone di fotografie di carcasse di volatili in decomposizione che ci pongono innanzi al concetto della morte e alla fragilità, un memento mori in chiave contemporanea. Come di consueto, Maria Thereza Alves, artista brasiliana che vive e lavora tra Napoli e Berlino, insinua attraverso immagini affascinanti un metodo orientato a mettere in discussione le modalità di conduzione della nostra quotidianità, evidenziando le contraddizioni del benessere e del consumismo.  A corredo dei temi ambientali, quello dell'economia è l'argomento dominante e rivelatore di quanto l'eccedenza e la sovrabbondanza siano economicamente ed ecologicamente insostenibili.
Il processo di disvelamento caratterizza la scelta di esporre opere su carta, sulla quale è stato impresso il segno di piante infestanti, le stesse che ci si affatica estirpare e sopprimere. L'elemento indesiderato viene espulso dalla confort zone, un meccanismo riproducibile a ogni livello e in ogni contesto. Unrejected with flora è un inno all'inopportuno, all'indesiderato che si mostra con la sua bellezza inattesa, in opposizione ai concetti di produttività ed efficacia.
Un mascheramento funzionale è insito anche nell'opera dedicata al mito fondativo di Napoli, Everything That Happens Over All The Generous Earth, nella quale il canto ammaliatore delle sirene cela il verso delle foche. Il dato fantastico rivela il punto di vista maschile, dominante nella cultura omerica e in generale in quella occidentale, per il quale gli elementi naturali non compresi dall'uomo sono trasformati in esseri antropomorfi femminili, di incantevole bellezza ma anche portatori di sventure.
Nella mostra, densa per materiali, soluzioni e temi, l'artista dà spazio a opere in bronzo e ferro, come Through the fields and into the woods, lavoro in cui la natura si traduce in arabeschi stilizzati, induriti dalla presenza di catene dalla fattura industriale che appesantiscono la struttura sospesa.

Luciana Berti 
Mostra visitata il 4 luglio 

Dal 4 luglio al 7 settembre 2018 
Maria Thereza Alves, Time, Trade and Surplus Value
Galleria Alfonso Artiaco 
Piazzetta Nilo, 7 – 80134, Napoli 
Orari: dal martedì al sabato, dalle 10 alle 20
Info: info@alfonsoartiaco.com

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Luciana Berti
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram