Fino al 7.X.2018 - Mario Ceroli. La grande occasione - Galleria de’ Foscherari, Bologna 3084 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
09/12/2018
La storia della grafica dal XIX secolo ai giorni nostri, nei due nuovi volumi editi da Taschen
08/12/2018
Al Castello di Rivoli, Milovan Farronato e Carolyn Christov-Bakargiev ricordano Chiara Fumai
08/12/2018
Milano e Atene al primo posto nella classifica Airbnb delle città più creative
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Fino al 7.X.2018
Mario Ceroli. La grande occasione
Galleria de’ Foscherari, Bologna

   
  Bruna Giordano 
 
Fino al 7.X.2018 - Mario Ceroli. La grande occasione - Galleria de’ Foscherari, Bologna
pubblicato

È la "grande occasione” che Ceroli presenta nella Galleria de’ Foscherari di Bologna dopo cinquant’anni dalla prima mostra nello stesso spazio espositivo. Una grande occasione che consente di scoprire un Ceroli "pittore”, non più scultore.
L’artista, da sempre conosciuto per aver lavorato e scolpito il legno, per la prima volta presenta al pubblico opere su tela. Ciò che colpisce osservandole è la forte vitalità che emerge grazie all’utilizzo dei molteplici colori di cui si serve.
Le pulsioni e le passioni della vita sono rappresentate attraverso linee colorate dai pastelli variopinti in un dinamismo sinuoso e ondeggiante. La nuova esperienza formale adottata, era stata utilizzata come  mezzo espressivo per la rappresentazione dei moti dell’animo già verso la fine dell’800, ad esempio da Van Gogh, al fine di rendere evidente sulla tela  
l'emotività dell’artista, non più legato all’esperienza prettamente fenomenologia. È ciò che fa Ceroli realizzando la vita, l'entusiasmo, l'amore attraverso l'insieme delle linee colorate in movimento. 

null
Mario Ceroli, La grande occasione, Senza titolo, 2017, Pastelli ad olio su tela, cm 250x200

Il rapporto con il legno, evidente nelle sculture che mantengono una dinamicità tramite profili ondeggiati, resta fermo e indissolubile anche nelle opere pittoriche, in quanto le linee tracciate, si generano da sezioni di tronco dalle "molteplici vite”. Da quest’ultime, si dipanano prosecuzioni che invadono lo spazio della tela, non più spazio statico, ma  rappresentazione dinamica e coinvolgente. Esse infatti avvolgono lo spettatore in un moto di vita quasi sonoro e melodioso.
In altre opere l’elemento grafico si manifesta in forma di parentesi graffe mai chiuse, come ad esempio nella matematica nella definizione di un’equazione, ma aperte in moto verso un’unica direzione, quasi a lasciar spazio alla vita come apertura verso l'altro e verso il mondo. 
Opere, dunque, che si oppongono al pessimismo cosmico e al ripiegamento su se stessi, ma che celebrano l’esistenza in tutta la sua pienezza, vitalità, soprattutto in stretta relazione con l’altro e con la natura, da cui si genera e si definisce il creato e il mondo circostante.
La potenza espressiva dell’autore, manifestata precedentemente attraverso la matericità e la consistenza lignea, prende forma, nella maturità attraverso un elemento apparentemente semplice, come la linea, ma che in realtà  rappresenta e sintetizza il concetto di vita facendosi portavoce della sua essenza quale relazione e continua rinascita.

Bruna Giordano
Mostra visitata il 7 giugno 2018

Dal  7 giugno 2018 al 7 ottobre 2018
Mario Creoli. La grande occasione.
Galleria de’Foscherari, Via Castiglione 2B, Bologna 
Orari: lunedì-sabato 10-12:30/16-19:30 
Info 051-221308 galleria@defoscherari.com www.defoscherari.com

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Bruna Giordano
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram