Torino on fair/16. Stupore dell’intuito. Stefania Migliorati alla Fusion Art Gallery/Inaudita 3084 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/04/2019
Cannes 2019: ecco tutti i film in concorso alla 72esima edizione del Festival
18/04/2019
Weekend romantico nella Maison Blu di Monet a Giverny
18/04/2019
Le "Stagioni" di Greg Jager colorano le strade di Collegno
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Torino on fair/16. Stupore dell’intuito. Stefania Migliorati alla Fusion Art Gallery/Inaudita

   
   
 
Torino on fair/16. Stupore dell’intuito. Stefania Migliorati alla Fusion Art Gallery/Inaudita
pubblicato

Fusion Art Gallery / Inaudita, scrigno di concetti e ricerche nel cuore di Torino, luogo inedito che sforna edizioni indipendenti e mostre di sostanza. A distanza di tre anni dall'apertura, fresca di un nuovo assetto organizzativo, non perde lo smalto berlinese che la curatrice/direttrice artistica Barbara Fragogna, ex-mente/anima della storica Kunsthaus teutonica Tacheles, ha dato a questa sua nuova creatura. 
Inserita all'interno del circuito cittadino di Nesxt, propone durante la kermesse torinese, fino al 5 novembre, "Climax change", personale di Stefania Migliorati. Due grandi video della serie In Plain Sight reiterati con accanimento senza il sollievo di una seppur minima dissolvenza o didascalia, impongono uno sguardo su uno spazio pubblico che viene abitato come privato, svelandone da una parte la rassicurante familiarità, dall'altra il confine con l'abuso. Tra le due ali della galleria, stanze dedicate ai video, uno spaccato di natura selvaggia all'interno dell'ambiente urbano. Qui emerge forse l'aspetto più interessante del lavoro della Migliorati, sempre in equilibrio tra raffinatezza di pensiero e di concetto, e dote artistica nella fattura fisica dell'opera. 
La mostra, dice Fragogna, è un vortice intorno al concetto di «Shifting Baseline Syndrome; ossia, le persone di ogni generazione percepiscono e accettano come - naturale - lo stato degli ecosistemi che hanno incontrato nella loro infanzia» (Selvaggi). Una riflessione raffinata e accurata che coinvolge ambiente urbano, consapevolezza ambientale e relazione tra umano e animale. Scrive sempre Fragogna: «Lo stupore è la forma eccelsa dell'intuito. I disegni e le fotografie da documento diverranno catalogo, da catalogo lista, da lista intuizione, da intuizione a coscienza». (Penzo+Fiore)
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram