Il buio e la luce. Paolo Pellegrin al MAXXI 3083 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
18/07/2019
Banksy è ufficialmente l’artista più amato di tutti i tempi dagli inglesi
18/07/2019
Un uomo ha appiccato un incendio in uno studio di animazione giapponese. Almeno 20 morti
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Il buio e la luce. Paolo Pellegrin al MAXXI

   
   
 
Il buio e la luce. Paolo Pellegrin al MAXXI
pubblicato

150 fotografie raccontano il lavoro di Paolo Pellegrin, uno dei più importanti fotografi della scena internazionale. Succede al MAXXI, dove domani inaugurerà Paolo Pellegrin. Un'antologia, la mostra, a cura di Germano Celant, nata dopo due anni di intenso lavoro sull'archivio del fotoreporter. Due estremi, il buio e la luce, articolano il percorso espositivo: la parte iniziale si apre con una grande parete nera dedicata alla battaglia di Mosul del 2016. Da qui si va da Gaza a Beirut, da Tokyo a Roma, con i volti di donne, bambini, soldati, profughi e migranti che ci accompagnano in un racconto dominato da guerra, morte, sofferenza e violenza. In tutta questa oscurità si apre però uno spiraglio, una stanza immersa nella luce, dove gli elementi della natura, e il rapporto dell'uomo con essi, si mostrano in tutta la loro forza in una serie di scatti, come le tre grandi fotografie dell'Antartide, realizzate in occasione del reportage per la NASA. Le due aree del percorso sono collegate da un corridoio che porta il visitatore dietro le quinte del lavoro di Pellegrin, in cui appunti, negativi, taccuini e disegni mostrano tutta la complessità del lavoro di ricerca e di studio che è alla base di questo processo creativo. In occasione della mostra, presentata stamattina da Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI, Margherita Guccione, Direttore MAXXI Architettura, Germano Celant e lo stesso Pellegrin, è stato presentato in anteprima il progetto, commissionato dal museo, che il fotografo ha realizzato lo scorso gennaio a L'Aquila.

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram