Rembrandt e le sue impronte all’asta 3070 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/05/2019
Addio a Vittorio Zucconi, storica firma del giornalismo italiano
25/05/2019
Il viaggio di Arca Collective inizia dalla sede di Fondazione Romaeuropa
25/05/2019
Leica celebra il centenario Bauhaus con una fotocamera da collezione
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Rembrandt e le sue impronte all’asta

   
   
 
Rembrandt e le sue impronte all’asta
pubblicato

Due impronte digitali quasi certamente appartenenti a Rembrandt sono state scoperte su un piccolo dipinto intitolato Studio della testa e mani giunte di un giovane come Cristo in preghiera, che verrà messo all'asta a Londra il prossimo 5 dicembre. Si tratta di uno schizzo ad olio dipinto rapidamente su un pannello di quercia, che arriva sul mercato per la prima volta in 60 anni e si stima che abbia un valore di circa 6 milioni di sterline .
George Gordon, il co-presidente dipartimento di Old Masters di Sotheby’s, ha affermato che non è possibile confermare al 100% che si tratta delle impronte digitali di Rembrandt perché non sono mai stati trovati esempi simili, ma la scoperta dei segni nello strato originale di pittura lungo il bordo inferiore rende la loro connessione con l'artista altamente credibile. Le impronte digitali si trovano spesso nella vernice delle opere d'arte, ma quelle sul dipinto di Rembrandt sono nella vernice originale, il che significa che l'artista potrebbe aver raccolto l'opera d'arte mentre era ancora bagnata. Questo aggiunge una grande quantità di fascino al dipinto, chissà se farà aumentare anche il suo valore. (RP)
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram