Quanto costa il lavoro dell’arte? Parte la campagna di crowdfunding #WHOSARTFOR 3089 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
10/12/2018
Il Premio Fabbri si apre alla fotografia. Ecco i vincitori della sesta edizione
09/12/2018
La storia della grafica dal XIX secolo ai giorni nostri, nei due nuovi volumi editi da Taschen
08/12/2018
Al Castello di Rivoli, Milovan Farronato e Carolyn Christov-Bakargiev ricordano Chiara Fumai
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Quanto costa il lavoro dell’arte? Parte la campagna di crowdfunding #WHOSARTFOR

   
   
 
Quanto costa il lavoro dell’arte? Parte la campagna di crowdfunding #WHOSARTFOR
pubblicato

Il valore della ricerca artistica è difficilmente calcolabile ed è su tale equivoco che si fonda un capillare sistema di sfruttamento del lavoro che, ormai, va avanti da anni. Forse è arrivato il momento di iniziare a parlarne ed è proprio questo il tema, inquadrato da una prospettiva femminile, che affronta #WHOSARTFOR, campagna di crowdfunding ospitata sulla piattaforma Eppela, con il supporto di Fondazione CRT Risorse +. L’idea è nata da una riflessione condivisa tra il progetto R-set | Tools for cultural workers e l'associazione Rete al Femminile, per incoraggiare l'empowerment professionale e l'inclusione sociale anche in ambito artistico. 
«Attraverso il premio vogliamo promuovere progetti, ma anche istituzioni, fondazioni e imprese virtuose che abbiano sviluppato un atteggiamento responsabile nei confronti dei lavoratori dell’arte, per quanto riguarda la loro remunerazione, e nei confronti del pubblico, per quanto riguarda la ricaduta dei benefici generati dai progetti stessi», racconta Nicoletta Daldanise, curatrice. Con i fondi raccolti sarà realizzato un libro che presenterà il lavoro di 7 artiste e 7 ricercatrici invitate, attraverso una open call internazionale, a riflettere sui temi dell'economia dell’arte e della cultura e delle politiche culturali. I testi saranno accompagnati da opere grafiche, fotografiche e materiale di documentazione di performance. 
«Attraverso la distribuzione del libro e la premiazione delle artiste e delle autrici selezionate, prevista per la primavera 2019 a Torino, estenderemo i risultati della riflessione a vantaggio di altri professionisti, organizzazioni indipendenti, istituzioni e di tutti coloro che fruiscono abitualmente del lavoro artistico, presentando alcuni dei case studies presi in esame e riconoscendone pubblicamente la buona pratica messa in atto», spiega Irene Pittatore, artista.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram