Kant, “l’antipatriottico” imbrattato 3070 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/12/2018
La consacrazione dei manga, in una grande mostra al British Museum
15/12/2018
A Milano, le case dei libri. Vendita, scambio e mostra, sul filo dell’arte
14/12/2018
L’universo in bottiglia. Ilaria Vinci si aggiudica l’ottava edizione del Menabrea Art Prize
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Kant, “l’antipatriottico” imbrattato

   
   
 
Kant, “l’antipatriottico” imbrattato
pubblicato

Un anonimo ha spruzzato di vernice rosa il monumento a Immanuel Kant, e la sua lapide, nella città tedesca di Königsberg, dove viveva il filosofo.
E anche se il colpevole dell’attacco non si è trovato, si sono sparsi indizi: in una serie di volantini sparsi vicino al monumento si denunciava Kant, morto nel 1804, come un traditore: "Vergogna ai traditori! Peccato per Kant! Gloria a Rus!” 
Perché? Torniamo indietro nel tempo: l'Armata Rossa conquistò Königsberg, Capitale della Prussia orientale, nel 1945 dalla Germania nazista e la città venne annessa all'Unione Sovietica come Kaliningrad, dopo che gli abitanti di etnia tedesca scapparono o furono espulsi.
Il monumento a Kant, progettato dallo scultore tedesco Christian Daniel Rauch, fu originariamente eretto nel XIX secolo, scomparso durante la seconda guerra mondiale, e ricreato nel 1992. 
Putin ha recentemente elogiato Kant, punto d'orgoglio per molti russi a Kaliningrad: "Kant può e deve essere un simbolo dell'intera regione", aveva detto il Presidente russo. Per i nazionalisti la venerazione del filosofo è "antipatriottica”, ma pare che ora tutti gli sforzi siano per rinominare l'aeroporto della città, a titolo dell'imperatrice russa Elisabetta, figlia di Pietro il Grande.
Kant insomma in secondo piano…come una performance burlesca, nata quando si sente la storia.

Fonte: artnet
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram