Diario di una Biennale al Cairo/2 3073 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/01/2019
L’Africa di Sebastiao Salgado, in un caffe letterario di Reggio Emilia
23/01/2019
Aperto il nuovo bando di Italian Council. 621mila euro per l’arte contemporanea
22/01/2019
A Cremona il sindaco vieta i rumori. Via alle registrazioni del suono dei violini di Stradivari e del Guarneri
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Diario di una Biennale al Cairo/2

   
 Seconda puntata del “diario” di Elena Giulia Abbiatici, in occasione del progetto "Polyptoton / πολύπτωτον" alla OFF Biennale del Cairo  
 
Diario di una Biennale al Cairo/2
pubblicato

28 ottobre 

La mattina successiva, un succo di guava per colazione e il tour delle venues.  
La prima location piace, fa pensare alla concretizzazione del concetto di Eden sulla Terra, con il suo affaccio ad arco su un carrubo e tre finestre alte in stile Art Nouveau da cui entra la luce del sole d’oro d’Egitto.



La seconda venue è nel palazzo attiguo; l’impressione – non approfondita – è che sia stato un ufficio governativo, con porte di legno massiccio intarsiato. In buona misura tutte le stanze sono state occupate da un’altra curatrice, Power, e declino lo spazio per forza maggiore. 
Il terzo spazio a Dowtown, una vecchia bottega – bar, è intriso di un fascino che penetra l’immaginario comune dell’Egitto e del Medio Oriente. 
Un po’ troppo umido, pericolante e abbandonato tuttavia, per le opere del mio show. Le grandi perplessità pratiche, riportano la mia scelta sulla prima venue: 27 Hoda Shaarawy street, floor 3.  (FOTO)
All’ora di pranzo, il Felfela restaurat è un must col suo profumo speziato di mentuccia e di carne alla brace e non tardo a fare i conti con la differenza fra il menù scritto e la pietanza: servono uno, due, tre ordini per accompagnare l’agnello profumato con soddisfazione alla bocca.
Quando ci si muove dal centro città verso il Darb, nella Cairo coopta, il passaggio dalla confusione ad un’oasi di pace e calore è immediato. In quella zona così povera le auto sono rare, le strade ancora brulle e gli asini ristorano gli orecchi dal rumore del clacson. Il Darb è un centro d’arte e artigianato, perché aprendo questo centro culturale Moataz ha favorito l’arrivo di molte botteghe: ceramica, falegnameria, tipografia…creando un connubio perfetto fra artisti e fabbri.
 null
Botteghe di Ceramiche dentro al Darb

Nelle richieste che faccio, mi appare subito chiaro la capacità volitiva di adattare i materiali a nuovi usi e esigenze. E così, meravigliosamente, quattro chiodi d’acciaio risplendono del colore del bronzo. 
Nella lounge dell’hotel Winsdor, la sera, provo un caffè turco. Le note di cardamomo e quelle francesi, trasmesse dall’impianto stereo dell’hotel, favoriscono la concertazione e rivelano il gusto nostalgico dell’hotel. Soggiorno in un hotel coloniale, sede durante la prima guerra mondiale del British Officers Club, i suoi interni sono un’ode immutata ai giorni del viaggio coloniale britannico. Tavoli e sedili di legno massiccio a forma di botte e tessuti di rosso broccato. Uno dei due proprietari, con la moglie, è seduto a capotavola, nel tavolo di fronte al mio, con la mano disposta a pugno alla bocca fa il verso a "Tout les garcons et les filles”. La mezzanotte è scesa e il tempo si è immancabilmente disteso. 

null
Lounge notturna


Elena Giulia Abbiatici

Continua…

Something Else – Off Biennale Cairo 
(Chief Curator: Simon Njami; Direzione artistica: Moataz Nasr) 
"Polyptoton / πολύπτωτον", a cura di Elena Giulia Abbiatici 
Fino al 15 Dicembre 2018 
Sede: Darb1718, Cairo. Artisti: Brodbeck & De Barbaut, Sara Enrico, Ryts Monet, Mariagrazia Pontorno, Marta Roberti, Serj, Emilio Vavarella
In partnership con l’Istituto Italiano di Cultura, Cairo. 
Grazie per la cooperazione a Galleria Doris Ghetta, Ortisei; Galleria Passaggi Arte Contemporanea, Pisa; Galleria Operativa Arte Contemporanea, Roma; GALLLERIAPIÙ, Bologna

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram