Cento giorni di Gianluca Vassallo. Musica e fotografia insieme, per il progetto di Tanake 3146 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Cento giorni di Gianluca Vassallo. Musica e fotografia insieme, per il progetto di Tanake

   
   
 
Cento giorni di Gianluca Vassallo. Musica e fotografia insieme, per il progetto di Tanake
pubblicato

Avete mai pensato di regalare un Vassallo? In una sorta di calendario dell’avvento in versione underground, il fotografo sardo si incontra con il progetto del gruppo Tanake per un progetto al passo del quotidiano. Dal primo ottobre, per cento giorni, l’attesa del nuovo album verrà cadenzata dalla pubblicazione giornaliera di uno scatto fotografico. Per ingannare l’attesa dell’uscita del vinile, Gianluca Vassallo mette in gioco la propria visione sugli aspetti minimi dell’esistenza, quelli trascurati e invisibili della routine, all’interno del progetto Apologia del quotidiano. Un esperimento che procede al ritmo di 4tet, il quarto disco in studio firmato Tanake (tanache, in dialetto nuorese), letteralmente il picciuolo, la struttura che sostiene e collega la foglia o il frutto al ramo. Un legame con la terra d’origine sarda che connette i tre musicisti Martino Acciaro, Maurizio Bosa, Roberto Acciaro e il fotografo Gianluca Vassallo. 
L’album, quarto per il progetto musicale del trio, esce in vinile in cento copie uniche, diverse per l’immagine di copertina. Ogni giorno, sino al rintocco del gong finale dell’otto gennaio, sui canali social media e sul sito ufficiale della band lo svelamento degli scatti accompagneranno l’attesa. La musica dei Tanake, fatta di strutture semplici e sessioni di improvvisazione pura, è accompagnata da un uso degli strumenti non sempre ortodossa, che ben si coniuga con lo sguardo cinematografico e asciutto degli scatti di Vassallo. Un’apologia, una difesa del quotidiano che viene reso noto in momenti quasi epifanici (uno squarcio di luce, un’insegna pubblicitaria che racconta causticamente un desiderio). 
Chi fosse interessato all'acquisto del vinile può scegliere la sua copertina preferita tra quelle disponibili o, se preferisce, il numero progressivo da uno a cento copie, che verrà stampato in fine art grazie al prezioso contributo di Giuseppe Serra e del suo Artech Studio di Nuoro. Al termine della campagna fotografica seguirà la mostra delle cento copertine con un evento musicale di presentazione dell'album, da allora partirà l'invio delle copie prenotate. (Elena Calaresu)

In alto: Gianluca Vassallo, Apologia del quotidiano #1. Credits by Gianluca Vassallo
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram