Alterazioni Video: tre eventi ad Art City 3089 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/04/2019
121 disegni di Andy Warhol saranno esposti per la prima volta a New York
20/04/2019
Il Whitney Museum di New York mette online le risorse sulla sua biennale
20/04/2019
Le squadre della Eredivisie giocano a calcio con Rembrandt
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Alterazioni Video: tre eventi ad Art City

   
   
 
Alterazioni Video: tre eventi ad Art City
pubblicato

A Bologna è tempo di "Turbo Film”. Sono Alterazioni Video con la mostra diffusa "Forza Uova”, presentata da NOS Visual Arts Production e curata da Elisa Del Prete e Silvia Litardi, i protagonisti di tre giornate dense di appuntamenti inclusi nei main projects di Art City 2019 che permettono al pubblico di entrare nella pratica artistica dei "Turbo Film”, che il collettivo porta avanti da dieci anni: dall’1 al 3 febbraio si intrecciano "Forza Uova” a Voxel, il "Cinema Event” per la prima del "Turbo Film” "Guerra e Pace” al Cinema Medica Palace e una carrellata di tre "Tubo Film” con la presentazione di Lorenzo Balbi.
Abbiamo posto alcune domanda ad Alterazioni Video su questa serie di eventi.
Ad Art City sono protagonisti i vostri "Turbo Film”. Come nascono?
«Questi tre giorni bolognesi sono un focus sui Turbo Film: siamo un collettivo di cinque artisti che vivono in cinque luoghi diversi e nel corso di dieci anni di pratica di "Turbo Film”, in cui ne abbiamo realizzati undici, abbiamo capito che l’aspetto fondamentale per noi è trovarci in un contesto particolare con il "pretesto” di fare un film, che diventa un grande contenitore. Creiamo dei film veri e propri che sono un misto tra finzione, documentario e documentazione di una performance. Per fare questo individuiamo un tema, poi scegliamo una location e lì assorbiamo l’estetica di questo luogo e ciò che questo posto ci offre. Per fare questo organizziamo dei casting tra la popolazione locale, lavoriamo sulle nostre ispirazioni e torniamo in breve tempo per girare. I nostri film vengono sempre girati in un arco di tempo che va da una a due settimane, a cui segue una fase di post-produzione.
I tre momenti ad Art City sono l’occasione per mostrare al pubblico dell’arte e, soprattutto a quello bolognese, cosa significhi la pratica dei "Turbo Film” e la declinazione nelle varie tappe che portano alla loro realizzazione, dall’approccio ludico e installativo all’approccio performativo fino al cinema per poi far mostrare i prodotti finiti sul grande schermo. La serata di oggi, con la presentazione del Turbo Film "Guerra e Pace”, fa parte dei nostri "Cinema Event” in cui cerchiamo di scardinare a staticità tipica di una permière: non si tratta di serate classiche in cui lo spettatore arriva, guarda il film e torna a casa, ma degli eventi ispirati agli albori del cinema, in cui le poltrone fisse non esistevano, la platea come la conosciamo nemmeno, ma c’era chi sonorizzava il film dal vivo, si poteva bere, fumare e parlare durante le proiezioni. Questo è profondamente legato alla nostro modo di intendere il cinema, perché un "Turbo Film” non finisce mai, continua a remixarsi in ogni occasione e non si ferma nemmeno durante il momento della presentazione. Avere, inoltre, dei performer sul palco – come questa sera - equivale a portare gli attori fuori dal grande schermo e metterli sul palco, quindi è uno dei tanti momenti di ibridazione presenti nel nostro lavoro e all’interno rapporto tra film e performance». 
Che eventi avete pensato per Art City 2019? 
«Partiamo con "Forza Uova”, a Voxel, una struttura che ci ospita e dove abbiamo costruito un’installazione-scenografia: un bar con degli elementi scultorei e pittorici. Non è una vera e propria mostra, ma è una sorta di potenziale scenografia di un "Turbo Film” che, anziché essere reale, viene portata all’interno dello spazio espositivo. Perché un bar? Da molti anni il bar, durante la realizzazione dei "Turbo Film”, è un luogo non solo di aggregazione, ma anche di casting, location per scouting di altre location, diventando così un punto nodale del processo di realizzazione. In questo caso il bar è stato creato con gli elementi che abbiamo trovato qui a Bologna, così "Forza Uova” non è una vera e propria mostra, ma una sorta di dispositivo che ci permette di spiegare più in dettaglio che cosa sia il "Turbo Film”. Venerdì sera abbiamo organizzato una festa, elemento ludico dei "Turbo Film”, mentre oggi, sabato, ci sarà il "Cinema Event” con la presentazione del "Turbo Film” più recente, "Guerra e Pace” che abbiamo girato tra settembre e ottobre in Russia. Alla serata saranno presenti anche due ospiti, uno è Petr Bystrov, artista, musicista e cultore dell’estetica del corpo che terrà una lezione focalizzata sul potenziamento dell’avambraccio, mentre dopo la proiezione del film ci sarà un intervento di Giovanni De Donà, il nostro filosofo di riferimento - bellunese, ma che per molti anni ha vissuto a Bologna - che approfondirà gli intenti del film e il suo focus, l’estetica della fake news. Domenica, a chiudere questa tre giorni, ci sarà una carrellata di tre "Turbo Film” e l’incontro con il direttore del MAMbo, Lorenzo Balbi».
Come è nata la collaborazione con NOS Visual Arts Production?
«Da NOS ci hanno contattati perché conoscevano il nostro lavoro, ci hanno invitati a realizzare la nostra prima "personale” a Bologna e stiamo valutando la possibilità, in futuro, di una partnership per il fundraising per continuare la nostra partica dei "Turbo Film”. In passato i finanziatori dei "Turbo Film” sono stati i più svariati, abbiamo organizzato fundraising su internet, alcuni film sono stati commissionati da realtà museali o legate all’arte, abbiamo organizzato anche dei "bingo party” in cui vendevamo delle cartelle e i vincitori vincevano delle opere di amici artisti che sostenevano i progetti. Con NOS cercheremo dei collezionisti che non solo collezionino il nostro lavoro, ma che vogliano in qualche modo rendere possibile la nascita del prossimo "Turbo Film”, quindi dei co-produttori. È un’idea interessante e stimolante venuta da NOS». 
Avete delle anticipazioni per il futuro?
«Stiamo pensando di continuare il discorso che abbiamo intrapreso in Russia anche in altre location. Quasi sicuramente realizzeremo una seconda parte di "Guerra e Pace”, poi si vedrà, noi ci facciamo ispirare di volta in volta, quindi non ci è possibile anticipare quale sarà il prossimo "Turbo Film”». (Silvia Conta)

Alterazioni Video

FORZA UOVA

A cura di Elisa Del Prete e Silvia Litardi
@ Voxel | via di Corticella 56, Bologna venerdì 1 febbraio 2019
opening mostra e brunch, ore 11-14 festa, ore 21 – 1
La mostra presso Voxel si potrà visitare
da giovedì 31 gennaio a domenica 3 febbraio 2019 dalle ore 10 alle ore 20

Eventi:
Cinema Event "Guerra e Pace" con Petr Bystrov e Giovanni De Donà @ Cinema Medica Palace | via Monte Grappa 9, Bologna
sabato 2 febbraio 2019, dalle ore 23.23
biglietto intero 8 euro con possibilità di acquisto in prevendita a 3 euro riduzione con biglietto Arte Fiera 5 euro
Selezione TurboFilm con presentazione di Lorenzo Balbi
@ Cinema Medica Palace | via Monte Grappa 9, Bologna
domenica 3 febbraio 2019, ore 12.00
biglietto intero 8 euro con possibilità di acquisto in prevendita a 3 euro riduzione con biglietto Arte Fiera 5 euro
Presentazione del libro Incompiuto. La nascita di uno stile (Humboldt Books, 2018) con Alterazioni Video e FOSBURY ARCHITECTURE 
in dialogo con Silvia Litardi
@ Fruit Exhibition | Palazzo Isolani, Corte Isolani 5, Bologna
sabato 2 febbraio 2019, ore 16.00
info@nosproduction.com



 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram