Fino al 27.IV.2019 - Vincenzo Castella, Milano - Building, Milano 3087 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Fino al 27.IV.2019
Vincenzo Castella, Milano
Building, Milano

   
  Giulia Capodiferro 
 
Fino al 27.IV.2019 - Vincenzo Castella, Milano - Building, Milano
pubblicato

Vincenzo Castella arriva da BUILDING con la sua Milano.
Circa trenta meravigliose fotografie, grandi e piccoli formati che raccontano singolarmente la città meneghina. I suoi scatti sono simboli del passato e del presente in un’analisi dettagliata, affrontando un percorso lungo quasi 30 anni.
Vincenzo Castella al suo debutto da BUILDING si fa portavoce e principale testimone per trasmettere il valore di questa grande città: la sua crescita, la sua immagine e il suo potere in una mostra a cura di Frank Boehm, attraverso tre percorsi con tematiche differenti: Rinascimento, Contesto Urbano e Natura. 
I dettagli di San Maurizio e di Santa Maria delle Grazie aprono questa esposizione al piano terra di BUILDING all’interno della sezione "Rinascimento”: come leggeri, ma oscuri dipinti, nella loro acuta particolarità, queste immagini sembrano nascondere un velo di mistero.
Trovarsi davanti a un’opera di Vincenzo Castella è un’esperienza necessaria per chi vive in questa città: ammirare i paesaggi, le sue vedute della città moderna, ma allo stesso tempo alquanto storicamente antica. Ed è proprio nel primo e secondo piano del palazzo che troviamo la vecchia e la nuova Milano con un’analisi del "Contesto Urbano”: qui si concentrano le vedute milanesi dove i grattacieli dello skyline di Porta Nuova e la costruzione dello stadio di San Siro negli scatti del 1989 diventano protagonisti. 
I grattacieli fotografati da Castella sono i primi elementi che catturano l’occhio dello spettatore, che immerso in questi grandi formati comincia a scavare a fondo nell’immagine per trarne ogni singolo dettaglio nascosto.

null
Vincenzo Castella, Milano 2006 type C print 180x224 cm

Sono immagini, fotografie che colpiscono chi le osserva; la cura della realizzazione di questi grandi e medi formati, tipici di Vincenzo Castella ci portano a una costante riflessione sulla città.
È un’eleganza precisa quella che si riflette negli scatti di Castella che sembrano aver trovato la loro perfetta locazione negli spazi di BUILDING.
Al terzo piano dell’edificio si insedia una "Natura” nascosta, diversa rispetto agli scatti milanesi e quasi in contrasto con i grandi formati che riflettono la crescita urbana della città.
Quelli di Vincenzo Castella non sono semplici dettagli, ma approfondimenti attorno alla città di Milano per mostrare aspetti differenti, per comprendere i lati nascosti della città anche attraverso le semplici immagini delle piante tropicali, o attraverso gli affreschi delle due chiese.
Andare oltre il semplice paesaggio, osservando con attenzione gli elementi che vanno a costruire e identificare l’ambiente urbano di questa incredibile città metropolitana.
Vincenzo Castella è un fotografo di fama internazionale, nato a Napoli nel 1952, attualmente vive e lavora a Milano, una città che ha abbracciato e per la quale riesce a trasmettere il suo particolare coinvolgimento.

Giulia Capodiferro
mostra visitata il 23 marzo 2019

Dal 27 febbraio al 27 aprile 2019
Vincenzo Castella, Milano
BUILDING
Via Monte di Pietà 23, Milano
Orari: dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 19:00
Info: info@building-gallery.com, www.building-gallery.com

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Giulia Capodiferro
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram