Che sound, Alan Turing. Tutto pronto per la 15ma edizione di Verona Risuona 3076 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Che sound, Alan Turing. Tutto pronto per la 15ma edizione di Verona Risuona

   
   
 
Che sound, Alan Turing. Tutto pronto per la 15ma edizione di Verona Risuona
pubblicato

La 14ma edizione di Verona Risuona avrà un nume tutelare d’eccezione. Sarà infatti Alan Turing, considerato il padre dell'informatica e tra i più geniali matematici del XX secolo, a ispirare il programma della rassegna di sound art promossa dall’Accademia di Belle Arti di Verona, dal Conservatorio Dall’Abaco di Verona e dall'Academy of Music and Art di Göteborg, coordinata dall'Associazione Diplomart. 
‹‹Tema di quest’anno sono le Critpografie, in omaggio alla figura di Alan Turing, il noto logico matematico la cui intuizione sta nella ricerca sull’intelligenza artificiale››, ha detto Francesca Briani, assessore alla Cultura del Comune di Verona, intervenuta alla presentazione nella Sala Arazzi del Comune di Verona. ‹‹Una manifestazione che accende con la musica la zona di Veronetta. La figura di Alan Turing non è stata evocata in maniera casuale: il riferimento è all’arte contemporanea, che spesso necessita di essere decriptata, ma anche all’eclettismo dello studioso, e rappresenta lo spirito essenziale dell’Accademia, che, in particolare da qualche anno a questa parte, punta a essere luogo di incontro e di contaminazione tra le varie arti››, ha continuato Marco Giaracuni, presidente dell’Accademia di Belle Arti di Verona. 
Francesco Ronzon, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Verona, ideatore e direttore artistico della rassegna, insieme a Hugh Perkins e Staffan Mossenmark, ha sottolineato il crescente apprezzamento da parte della città verso la manifestazione. Peculiarità di Verona Risuona, infatti, è organizzare i contenuti in relazione ai luoghi che li ospitano, tra i quali Palazzo Giusti del Giardino e Forte San Briccio. 
Si inizierà lunedì, 27 maggio, alle 18.30, da Lino’s Type, per la presentazione della rassegna con il talk Coreografie/Criptografie. Intrecci tra arte e danza nel secondo ‘900, con Camilla Monga e Francesco Ronzon. Mercoledí, 29 maggio, dalle 18 alle 23:30, VERONETTA RISUONA, mostre, concerti, performance e sperimentazioni artistico/musicali nel quartiere. Giovedí, 30 maggio, dalle 19 alle 21, INTO THE GREEN ai Giardini Giusti, per The Singing Garden, sonorizzazione live dei giardini a cura dell’Ensamble di Improvvisazione di Verona Risuona. Alle 21, l’installazione/performance The Act of Touch, di Jacopo Mazzonelli e Tovel aka Matteo Franceschini, Leone d’argento alla Biennale di Musica di Venezia 2019. Chiusura sabato, 1 giugno, con il programma di Art Worlds, a Forte San Briccio, per una giornata di arte, musica e danza live dalle 17 alle 02. 
Per tutte le informazioni e per il programma completo, potete dare un’occhiata qui.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram