Art-Rite cresce con il Contemporaneo 3096 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/07/2019
Per il compleanno di Frida Kahlo, regalati la sua nuova collezione beauty
17/07/2019
Nuova vita per il World Trade Center, che riparte con un Centro d’Arti Performative
16/07/2019
Riaperte al pubblico due delle piramidi più antiche d’Egitto
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Art-Rite cresce con il Contemporaneo

   
   
 
Art-Rite cresce con il Contemporaneo
pubblicato

Il prossimo 30 maggio la giovane Art-Rite Auction House presenterà la sua undicesima asta dedicate all’Arte Moderna e Contemporanea, con un catalogo molto interessante e ambizioso. I lotti proposti sono stati selezionati da collezioni private, si tratta di opera che possono attrarre l’interesse di un mercato medio-alto.
La vendita si divide in Day e Evening sale.
La prima presenterà un excursus cronologico e per movimento passando dalle istanze concretiste di Bruno Munari ad Azimut con Enrico Castellani e Agostino Bonalumi, dallo Spazialismo di Lucio Fontana e di Roberto Crippa, fino all’Informale internazionale di Mario Pucciarelli ed Emilio Scanavino. Un piccolo nucleo si concentra sulla scultura, con opere di Pietro Cascella, Umberto Mastroianni e Giuseppe Maraniello, che anticipa due lavori futuristi di Giacomo Balla. A questo segue un focus sulla pittura astratta: da Radomir Damnjan e Piero Dorazio attraverso la poesia visiva di Emilio Isgrò, fino a uno splendido nucleo di Optical - Cinetico con Franco Grignani, Nanda Vigo e Paolo Scirpa, e della pittura analitica di Jorrit Tornquist, Claudio Verna e Rodolfo Aricò. Nel catalogo troviamo opere storiche di Emilio Tadini, Aldo Mondino, Gianni Bertini, Antonio Recalcati, Lucio Del Pezzo, Andy Warhol, David Hockney e Christo, ma anche un Luigi Ontani "ritrovato”, esposto alla personale presso la Galleria Luciano Inga Pin di Milano nei prima anni ’70, e alcuni grandi nomi dell’Arte Povera (Giovanni Anselmo e Piero Gilardi), e alla Transavanguardia (Salvo, Enzo Cucchi). 
Nella Evening sale i primi protagonisti sono i Futuristi con un Fortunato Depero del 1928 e, soprattutto, un capolavoro assoluto di Roberto Marcello Iras Baldessari di cui si erano perse le tracce. Si passa poi ai collage di Marino Marini e ad una importante tela di Carlo Maria Mariani a cui seguono due bei dipinti di Renato Guttuso degli anni ’50 e ’60 che introducono due tele di Mario Schifano inedite per il mercato: si tratta di due opere della metà degli anni ’60. 
Il catalogo apre poi sul nucleo centrale della vendita con Michelangelo Pistoletto, Daniel Spoerri, Ben Vautier, Maria Lai, Gianni Colombo, Achille Perilli, Giulio Turcato, e Nunzio, Pietro Consagra, Ettore Colla e Mathias Goeritz per la sezione dedicata alla scultura. 
L’asta si terrà giovedì 30 maggio dalle 15 per la Day Sale e dalle 18:30 per la Evening Sale, nella sede della casa d’aste in Via Giovanni Ventura 5 a Milano dove fino a domani è ancora possibile ammirare la mostra delle 134 opere in catalogo. 

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram