Maker Faire Rome apre all’arte robotica. Ecco le novità della fiera dedicata all’innovazione 3084 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/06/2019
L'Adidas ha annunciato una capsule collection omaggio a Keith Haring
21/06/2019
La scuola di Twin Peaks verrà demolita a luglio
21/06/2019
Valentino Catricalà è il direttore della sezione arte di Maker Faire Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Maker Faire Rome apre all’arte robotica. Ecco le novità della fiera dedicata all’innovazione

   
   
 
Maker Faire Rome apre all’arte robotica. Ecco le novità della fiera dedicata all’innovazione
pubblicato

Per la sua settima edizione, la "Maker Faire Rome – The European Edition” spalanca le porte al mondo dell’arte. Tra le novità dell’edizione 2019, dal 18 al 20 ottobre, vi è infatti l’inaugurazione della nuova sezione "Maker Art”, diretta da Valentino Catricalà e concepita come un vero e proprio evento espositivo volto a indagare le intersezioni tra ricerca artistica e sviluppo tecnologico. 
È ormai comprovata la necessità degli artisti di esplorare le implicazioni estetiche dovute all’affermarsi delle nuove tecnologie, che ha consentito negli ultimi decenni la nascita di sempre più manifestazioni dedicate: si va infatti dal pionieristico festival austriaco "Ars Electronica”, fondato negli anni ’80, all’evento scozzese "NEoN Digital Arts”, per arrivare a oggi, con la mostra "AI: More than Human”, visitabile fino al 29 agosto presso il Barbican Centre di Londra. 
Maker Art si afferma in questo panorama esordendo con una programmazione di grande qualità: tra gli artisti presenti in mostra si ritrovano infatti i nomi di Bill Vorn e Patrick Tresset, punte di diamante della Robotic Art, nonché artisti dal curriculum internazionale come Mattia Casalegno, Joaquin Fargas e il collettivo francese Cod.Act
Parallelamente, la fiera lancia un’open call con scadenza il 24 giugno rivolta ad artisti che intendano presentare «progetti che usano la luce, il buio, il suono, la musica; arte robotica, creative coding, strumenti musicali, realtà virtuale ed installazioni che coinvolgano i visitatori». L’iniziativa non solo metterà in relazione gli artisti con il vasto pubblico della manifestazione, ma risponderà contestualmente alle esigenze dei creativi di attivare collaborazioni con importanti aziende attive nell’ambito delle nuove tecnologie, incentivando uno scambio sinergico di risorse e idee. 
La fiera si avvale della preziosa collaborazione di partner istituzionali quali l’ITA-Italian Trade Agency, Agenzia ICE, parte del Ministero dello Sviluppo Economico. Di grande importanza è inoltre il sostegno del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, volto a favorire una consistente partecipazione degli studenti. Tra gli altri partner istituzionali passati e presenti si trovano la Commissione Europea, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero dell’Ambiente, la Regione Lazio, la Regione Campania, la Regione Veneto, l’Ambasciata Americana, Italia Lavoro, l’AGID, Unioncamere e Roma Capitale. 
Qui il link per partecipare al bando. (Gaia Bobò

In alto: Joaquin Fargas, Glaciator
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram