Parola Chiave: Mambor. Parte da Roma il progetto itinerante 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/06/2019
L'Adidas ha annunciato una capsule collection omaggio a Keith Haring
21/06/2019
La scuola di Twin Peaks verrà demolita a luglio
21/06/2019
Valentino Catricalà è il direttore della sezione arte di Maker Faire Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Parola Chiave: Mambor. Parte da Roma il progetto itinerante

   
   
 
Parola Chiave: Mambor. Parte da Roma il progetto itinerante
pubblicato

Quattro artisti provenienti da altrettante esperienze, riuniti intorno a un unico nome che, poi, racchiude un universo di significati. Nell’ambito del progetto Parola Chiave Mambor, curato da Silvia Jop, il documentario Mambor, girato nel 2017 da Gianna Mazzini, attraverserà l'Italia per raccontare la storia di un uomo straordinario e di un artista da rileggere. 
Nato il 4 dicembre del 1936 a Roma, Mambor è stato uno dei protagonisti della rinascita culturale della Capitale negli anni ’60, membro della Scuola di Piazza del Popolo, insieme ad artisti come Mario Schifano, Giosetta Fioroni, Tano Festa e Franco Angeli. Espose le sue opere alla Galleria La Tartaruga, venendo notato per la sua ricerca raffinata e sperimentale e, parallelamente, portò avanti anche diversi lavori nel campo del teatro e del cinema, fino alla sua scomparsa, il 6 dicembre 2014. 
Il documentario di Mazzini getta uno sguardo intimo e inedito sulle opere e la biografia di Mambor, aprendo nuove possibilità di dialogo con il contemporaneo, grazie al progetto itinerante. Partenza il 12 giugno, alla Casa Del Cinema di Roma, con l’attore Fabrizio Gifuni, quindi appuntamento a Firenze, il 18 giugno, al Cinema La Compagnia, insieme al poeta Stefano Dal Bianco. Si proseguirà a Milano, con lo scrittore Emanuele Trevi, alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, il primo luglio. Chiusura il 10 luglio, alla Basilica dello Spasimo di Palermo, in occasione del Festival SoleLuna, con l’accompagnamento delle musiche e delle parole del cantante dei Têtes de Bois, Andrea Satta. 
A coronamento dell'intero percorso, appuntamento alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, con Isola Edipo, a settembre, in compagnia dei quattro artisti e dei partner che hanno accolto, in ogni città, il progetto.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram