Cinquant’anni dal primo passo. L’Accademia di Frosinone celebra l’allunaggio con una mostra 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/06/2019
L'Adidas ha annunciato una capsule collection omaggio a Keith Haring
21/06/2019
La scuola di Twin Peaks verrà demolita a luglio
21/06/2019
Valentino Catricalà è il direttore della sezione arte di Maker Faire Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Cinquant’anni dal primo passo. L’Accademia di Frosinone celebra l’allunaggio con una mostra

   
   
 
Cinquant’anni dal primo passo. L’Accademia di Frosinone celebra l’allunaggio con una mostra
pubblicato

Frosinone sbarca sulla Luna. Lo fa questo pomeriggio, alle 18, presso l’Accademia di Belle Arti, con l’esposizione "Allunare infinito – percorsi di arte contemporanea tra terra e cielo”, a cura di Alberto Dambruoso. In mostra le opere di trentotto artisti contemporanei convocati in occasione dei cinquant’anni dal primo sbarco sulla Luna con la missione americana dell’Apollo 11, quando tutto il mondo visse con Neil Armstrong la magia del primo avvenimento davvero globale della storia. 
L’iniziativa fa parte di una serie di eventi che l’Accademia di Frosinone, guidata da poco meno di un anno da Loredana Rea, ha programmato nell’arco temporale tra marzo e ottobre, coinvolgendo oltre ai docenti e agli studenti, anche artisti, studiosi, ricercatori, scienziati, per allargare l’offerta formativa attraverso convegni, tavole rotonde e mostre sul tema dell’allunaggio, protagonista della programmazione di questo anno accademico. 
«Lo stato del dialogo – afferma Dambruoso – tra artisti e scienziati è, mio avviso, molto intenso soprattutto negli ultimi dieci-quindici anni. Mi vengono in mente artisti come Arcangelo Sassolino, Donato Piccolo, Olafur Eliasson, giusto per citarne qualcuno, che hanno dimostrato quanto la scienza e l’arte possono andare a braccetto e, a volte, fondersi fino a diventare un’unica cosa». 
La mostra, che ha visto il coinvolgimento fin dall’inizio degli studenti dell’accademia a partire dalla sua progettazione fino alle fasi finali dell’allestimento, comprende autori storicizzati come Bruno Ceccobelli, Nunzio, Marco Tirelli, appartenenti alla cosiddetta Scuola di San Lorenzo, o altri come Felice Levini e Giuseppe Salvatori del gruppo di Renato Barilli "I Nuovi Nuovi”, oltre ad artisti affermati come Giovanni Albanese, Andrea Aquilanti, Marco Bernardi, Maurizio Cannavacciulo, Lucilla Catania, Francesco Cervelli, Marco Colazzo, Davide D’Elia, Alberto Di Fabio, Mauro Di Silvestre, Stefania Fabrizi, Cristina Falasca, Flavio Favelli, Ignazio Gadaleta, Paola Gandolfi, Gianfranco Grosso, Luca Luchetti, Angelo Marinelli, Vittorio Messina, Matteo Montani, Stefano Minzi, Marina Paris, Claudia Peill, Perino & Vele, Roberto Pietrosanti, Pierluigi Pusole, Nicola Rotiroti, Pietro Ruffo, Sandro Sanna, Alice Schivardi, Lamberto Teotino, Massimo Uberti e Nicola Verlato
Insieme alle differenti, molteplici e spesso sorprendenti interpretazioni e riflessioni sulla Luna fornite dagli artisti invitati, la mostra intende offrire agli spettatori anche uno spaccato significativo sulla ricerca artistica italiana degli ultimi anni. Dalla video-art alla video-installazione, dalla pittura alla scultura, fino alle tecniche miste. 

In alto: Alberto Di Fabio, Visioni da Hubble, Costellazioni, 2014
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram