L’isola di Hauser & Wirth. La potente galleria presenta un nuovo centro d’arte a Minorca 3052 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/07/2019
Una cooperazione Carabinieri-FBI riporta in Italia due preziosi reperti dagli USA
15/07/2019
Un nuovo libro ci fa entrare nella mente di Jean-Michel Basquiat
13/07/2019
Anche Lucio Battisti arriva su Spotify ma non tutti sono contenti
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

L’isola di Hauser & Wirth. La potente galleria presenta un nuovo centro d’arte a Minorca

   
   
 
L’isola di Hauser & Wirth. La potente galleria presenta un nuovo centro d’arte a Minorca
pubblicato

Se Larry Gagosian se la ride, annunciando l’apertura della nuova sede a Basilea, anche Hauser & Wirth hanno un motivo per essere felici. Un motivo piuttosto ampio, visto che la galleria ha presentato il progetto di un nuovo centro d’arte contemporanea a Isla del Rey, un isolotto di 41.177 metri quadrati, di fronte al paese di Es Castell, nella baia del porto di Mahon, Minorca. 
Il programma del centro, diretto da Mar Rescalvo, sarà scandito da progetti specificamente commissionati agli artisti della galleria, oltre che da mostre dedicate ai maestri del XX secolo e da una serie di attività educative e formative. Le mostre temporanee saranno presentate da aprile a ottobre e, per contestualizzare le opere in esposizione, alcune includeranno importanti prestiti dai musei. 
Isla del Rey, una delle tre isole del porto di Mahon, ospita un imponente ospedale dismesso e un gruppo di edifici annessi, ormai in disuso e costruiti nel XVIII secolo. La Fundación Hospital de la Isla del Rey ha guidato il restauro delle strutture, ancora in corso, e la creazione di un museo. Lavorando a stretto contatto con La Fundación, con il presidente Luis Alejandre e l’amministrazione di Mahon, Hauser & Wirth supporterà un progetto di conservazione, per riutilizzare gli spazi dell'ospedale nell’ambito delle attività del nuovo centro. 
Hauser & Wirth Minorca si estenderà su un’area di 1500 metri quadrati e verrà restaurato dall'architetto argentino Luis Laplace, comprenderndo uno spazio espositivo, dei giardini, progettati dal paesaggista Piet Oudolf, uno shop e un ristorante.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram