Andrea Martinucci – Will Aliens Believe in me? – I will give you a taste of your inner des... 3071 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Andrea Martinucci – Will Aliens Believe in me? – I will give you a taste of your inner desires
Banca Sistema Arte – Galleria Renata Fabbri arte contemporanea, Milano

   
  Gaia Tonani 
 
Andrea Martinucci – Will Aliens Believe in me? – I will give you a taste of your inner desires - Banca Sistema Arte – Galleria Renata Fabbri arte contemporanea, Milano
pubblicato

Il 28 maggio 2019 è stata presentata la diciottesima mostra facente parte del progetto promosso da Banca Sistema Arte, nella nuova sede di Palazzo Largo Augusto a Milano.
Un’iniziativa nata per dare risalto a giovani artisti italiani, aiutarli a promuovere il loro talento, sostenendo l’operato attraverso mostre periodiche nelle sedi della Banca, mettendo a disposizione i propri spazi per esposizioni e realizzando il catalogo in doppia lingua.
Quest’anno tra gli artisti partecipanti è stato selezionato Andrea Martinucci, presentando la mostra "Will Aliens Believe in Me?” a cura di Alessandro Azzoni e con un allestimento curato da Open Care – Servizi per l’Arte.
Andrea Martinucci è un artista che vive e lavora tra Roma e Milano, con un percorso formativo in Multimedia Design e figlio d’arte che trova però nella pittura il suo metodo espressivo, affiancandola a nuovi linguaggi. La sua ricerca si basa sullo studio di immagini estrapolate dal mondo dei social, in particolare Instagram, da cui desume visioni che poi rivisita in chiave pittorica.
La mostra si sviluppa lungo i sette piani di Palazzo Largo Augusto, un percorso che prevede opere degli anni precedenti, come per esempio la serie jpeg realizzata nel 2016, in cui campiture pittoriche nascondono dettagli e fanno emergere una composizione d’insieme del tutto nuova, inaspettata.
C’è un forte studio e un’analisi dettagliata dei tessuti, dei materiali che ci circondano per poi essere trasportati sulla tela riuscendo a creare qualcosa di nuovo. Proprio come le immagini che utilizziamo nei social che, col tempo, subiscono modifiche e vengono addirittura rovinate fino a scomparire negli anni. 

null
Andrea Martinucci. Will Aliens Believe in Me?, veduta della mostra, Banca Sistema, Milano. Courtesy: Banca Sistema

Il titolo della mostra "Credi agli alieni?” vuole richiamare l’attenzione su una visione futuristica, sulle sfide che bisognerà intraprendere andando avanti e sul coraggio che sarà necessario avere per far fronte a determinate situazioni, ideali che la stessa Banca Sistema sostiene.
Un mondo che aspetta di essere piano piano rivelato ma che non anticipa nulla, come dimostra l’opera posizionata al settimo piano del palazzo in cui viene rappresentato il biscotto della fortuna come buono auspicio, affiancato ad un drago, che nell’immaginario culturale cinese rappresenta la buona sorte. L’opera è stata posizionata difronte ad una vetrata che permette di scorgere una parte importante della città dall’alto; non è un caso che si vedano il Duomo di Milano, in concomitanza alla Torre Velasca, per sottolineare questo filo rosso tra il passato, il presente ed il futuro che non è ancora visibile nell’oggi che stiamo vivendo.
A coronare il percorso artistico dell’artista, in concomitanza a questa mostra, è stata affiancata la personale presso la galleria Renata Fabbri arte contemporanea, che rimarrà visibile dal 28 maggio al 13 luglio 2019. Un progetto dal titolo "I will give you a taste of your inner desires”, curato da Bianca Baroni, che vede esposte opere inedite dell’artista, di cui alcune realizzate site-specific per questa esposizione.
In queste otto rappresentazioni vediamo l’artista mettersi a nudo, spogliarsi dei propri vestiti e mostrarci il suo lato più intimo e nascosto. Andrea Martinucci rappresenta il momento che secondo lui è di maggior erotismo durante uno spogliarello e risulta essere il momento della svestizione affiancato al momento dell’attesa.
Estrapolando dei dettagli li rivisita in una nuova veste, creando un rapporto con lo spettatore e riuscendo a porre in lui della curiosità, svelando solamente in parte l’immagine originale da cui è partito.
In questa esposizione vediamo il culmine del cammino iniziato con la mostra presso il Palazzo di Banca Sistema, che sfocia in uno spazio circoscritto più intimo e dettagliato, in cui i gesti, dettagli del corpo, composizioni materiche di colore e parole sullo sfondo, si attraversano, si incrociano e sovrastano.

Gaia Tonani
Mostre visitate il 3 giugno

Dal 27 maggio al 13 luglio 2019
Andrea Martinucci – I will give you a taste of your inner desires
Galleria Renata Fabbri arte contemporanea
Via A. Stoppani 15/c, 20129 Milano

Dal 28 maggio al 31 dicembre 2019
Andrea Martinucci – Will aliens believe in me?
Banca Sistema Arte – Palazzo Largo Augusto
Largo Augusto 1/A, angolo via Verziere 13, Milano



 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Gaia Tonani
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram