fino al 10.IV.2010 - Licia Galizia - Roma, Mara Coccia 3097 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 10.IV.2010
Licia Galizia
Roma, Mara Coccia

   
 Onde del mare, onde sonore, onde sismiche. È il tema della mostra romana di Licia Galizia. Che, con le sue sculture, le evoca non solo dando loro forma, ma anche un’anima... musicale... Pierluigi Sacconi 
 
pubblicato
Le onde sono il tema di quest’ultima mostra romana di Licia Galizia (Teramo, 1966; vive a L’Aquila e Roma); onde di tutti i tipi: quelle del mare, le onde sonore, ma anche quelle sismiche, che l’artista ha vissuto sulla propria pelle durante l’ultimo terremoto de L’Aquila.
La mostra è composta da due tipologie di opere: quelle in cui le onde sono rappresentate dalle forme delle sculture di varia grandezza poste sul pavimento e alle pareti della galleria; e da due grandi sculture, una di fronte all’altra, che dialogano via intranet, provocando onde sonore.
Proprio queste ultime - le quali fanno parte di un progetto che Licia Galizia - Onde - 2010 - acciaio inox satinato - dimensioni variabili. Sulla parete: In bilico - 2010 - acciaio inox satinato inciso e verniciato - dimensioni variabiliGalizia porta avanti dal 2006 con Michelangelo Lupone, direttore artistico del Centro Ricerche Musicali di Roma - celano al loro interno apparecchiature elettromagnetiche e sensori che le rendono adattive. Non solo interattive, dunque, poiché interagiscono tra loro, si ascoltano e reagiscono agli stimoli che “sentono”. Una presenza, uno sfioramento, lo spostamento di un elemento della scultura restituisce dei suoni, non rumori, una musica elettronica con partitura composta da Lupone.
L’opera è adattiva in quanto memorizza quanto provocato dall’ambiente in cui è posta e si arricchisce così nel tempo di nuove informazioni, che la fanno crescere e che segnano la sua “vita”. Il lavoro di Lupone - con il suo team di fisici, ingegneri elettronici, musicisti - ha trovato un’immediata complementarietà con la ricerca della Galizia scultrice, più interessata al rapporto dell’opera con lo spazio che a una scultura di tipo monumentale. Un lavoro a quattro mani dunque, quello scaturito dall’incontro dei due artisti, completamente integrato, i cui risultati sono oggetto di studio anche da parte dell’Università de L’Aquila, con la quale Galizia collabora da tempo. “Opere come organi viventi”, dice lei, “che si addormentano quando restano sole, per poi svegliarsi non appena sentono una presenza...”.
Licia Galizia - Cieli - 2010 - acciaio inox satinato, inciso e verniciato - dimensioni variabili
La ricerca di Licia Galizia è sempre stata caratterizzata dal riferimento a problematiche estetico-concettuali che ruotano intorno alla percezione e alla comprensione dello spazio-tempo. Anche in questa mostra presentata da Gioia Mori, infatti, sebbene l’artista sembri meno minimalista rispetto al passato, le sue onde d’acciaio dalle forme aguzze e morbide mantengono la leggerezza che contraddistingue tutti i suoi lavori.

articoli correlati
Galizia e Lupone all’Ara Pacis

pierluigi sacconi
mostra visitata il 19 febbraio 2010


dal 19 febbraio al 10 aprile 2010
Licia Galizia - Onde
Galleria Associazione Mara Coccia
Via del Vantaggio, 46/a (zona Piazza del Popolo) - 00186 Roma
Orario: da martedì a sabato 11.30-19.30 (dal 15 maggio chiuso sabato pomeriggio)
Ingresso libero
Testo critico di Gioia Mori
Info: tel./fax +39 063224434; maraco7@virgilio.it; www.maracoccia.com


[exibart]

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Pierluigi Sacconi
vedi calendario delle mostre nella provincia Roma
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Gioia Mori, Licia Galizia, Mara Coccia, Michelangelo Lupone
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram