fino al 30.IV.2010 - Sten & Lex - Roma, Galleria CO2 3097 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
Il Ninfeo degli Specchi torna alla luce, con zampilli e scherzi d'acqua
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 30.IV.2010
Sten & Lex
Roma, Galleria CO2

   
 Libera e legittima espressione, artistica e di opinione, quella di Lex e Sten. Attenzione però a non pronunciare un solo nome. Sten&Lex è una personalità fluttuante e contraddittoria, una identità indefinita. Con scatti rubati, riprodotti, lacerati, esposti... chiara li volti 
 
pubblicato
Sten&Lex è un individuo unico. Anarchico, anonimo, un po' donna, un po' uomo, artista e outsider. Le cose coincidono, si sovrappongono, si escludono. La Street Art si chiude fra le quattro mura di una galleria. Anche questa è un'operazione contraddittoria, ma è la giusta evoluzione, trasformazione, accettazione di un'espressione artistica che non ha nella sola ed eventuale illegalità il suo più grande messaggio.
Il "duo" trascina via dai muri delle città un po' della verve disseminata e la adatta a un'esposizione formale, tra un vernissage di apertura e una deadline di chiusura. Che poi l'allestimento in sé non pecchi in termini di costrizione formale è la qualità propria di una galleria che ha spesso lavorato con esordienti e privilegiato in parte una certa arte urbana.
Sui pannelli di grandi dimensioni, in bianco e nero e spesso mezzatinta, Sten&Lex - Untitled - 2010 - stencil, carta su legno - cm 100x70sono riportati stencil di ritratti fotografici del passato. L'eccesso della grana fotografica diventa abile pixelatura nell'uso consapevole della tecnica della cosiddetta Hole School. ‘Hole’ vuol dire buco, gli spazi fra un puntino/pixel e un altro. Spazio che diventa presenza ingombrante se osservato a distanza ravvicinata al pannello; che si armonizza con gli altri ai fini della composizione dell'immagine a distanza ravvicinata. È la vista d'insieme a esser privilegiata, anche quando è dallo spiazzamento della tecnica nel dettaglio che non si vuol prescindere.
La scelta di un figurativo raggiunto per via astratta ha il suo peso. Nell'abbandono specifico del mito pop delle passate celebrità sui poster rielaborati s'incontrano i volti di sconosciuti, la cui anonimia trova riscontro nei numerosi Untitled che compaiono sulle etichette in galleria. Sono foto d'archivio, commemorative, celebrative; rappresentano ruoli, professioni, costumi. Nel percorso suggerito, dell'apparente Atlas fotografico non sembra esservi una storia simbolica da ricostruire.
Far correre lo sguardo nei diversi locali della mostra mette a contatto con una legittima tecnica artistica, suscettibile di adattamento e mutazione ulteriore. Lo zelo del duo artistico si realizza, più che nella meticolosa collezione di ritratti, nella tecnica suddetta, nell'operazione di décollage, che lacera la superficie della stessa opera. Se dai pannelli pendono brandelli di carta, l'intuizione circa la deperibilità dei materiali, la loro distruzione contingente intreccia una stretta relazione con la condizione reale e concreta dell'arte urbana, temporanea e incline alla distruzione. Quell'instabilità e precarietà che le basta per fare incursione, creare dissonanze piacevoli nella banalità di un paesaggio cittadino. Una leggerezza che una mostra "ufficiale" non riesce comunque a mortificare.
Sten&Lex - Untitled - 2009 - stencil su legno - cm 20x20
La galleria è espansa, non ha pannelli divisori, non gioca con particolare effetti di luce. Mira al contrario a ricreare gli spazi estesi che si trovano all'esterno, a favorirne il colpo d'occhio, l'orizzonte ampliato e la distanza di sguardo che i diversi poster richiedono.

articoli correlati
La Street Art in un libro
Apre al pubblico lo studio-galleria di Sten&Lex
Sten&Lex in mostra a Roma

video correlati

Intervista con gli street artists romani

chiara li volti
mostra visitata il 15 marzo 2010


dal 12 marzo al 30 aprile 2010
Sten & Lex
Co2 Contemporary Art
Borgo Vittorio, 9b (Borgo Pio) - 00193 Roma
Orario: da lunedì a venerdì ore 11-19.30; sabato ore 15.30-19.30
Ingresso libero
Catalogo a cura di Giorgio Galotti
Info: tel. +39 0645471209; fax +39 0645473415; info@co2gallery.com;
www.co2gallery.com

[exibart]

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di chiara li volti
vedi calendario delle mostre nella provincia Roma
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: chiara li volti, Giorgio Galotti, Sten&Lex
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram