Dino Buzzati - Storie disegnate e dipinte 3132 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva ROTONDA DELLA BESANA ​ Via Enrico Besana 15 Milano 20122

Milano - dal 14 novembre 2006 all'undici febbraio 2007

Dino Buzzati - Storie disegnate e dipinte

Dino Buzzati - Storie disegnate e dipinte

 [Vedi la foto originale]
ROTONDA DELLA BESANA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Enrico Besana 15 (20122)
+39 025455047 , +39 025455236
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

In esposizione ci saranno anche alcuni dei bozzetti e figurini realizzati da Dino Buzzati (giusto una citazione: le scene e i costumi per il balletto Fantasmi al Grand Hotel del 1960) che per l’occasione, e per la prima volta, escono dal caveau del Teatro alla Scala
orario: da martedì a domenica dalle 9.30 alle 17.30, giovedì fino alle 22.30, lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: 6 € intero, 4 € ridotto
vernissage: 14 novembre 2006. ore 18.30
editore: ELECTA
ufficio stampa: AQQUA, ELECTA
curatori: Maria Teresa Ferrari
autori: Dino Buzzati
genere: arte contemporanea, personale, disegno e grafica

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il fatto è questo: io mi trovo vittima di un crudele equivoco. Sono un pittore il quale, per hobby, durante un periodo alquanto prolungato, ha fatto anche lo scrittore e il giornalista. Il mondo invece crede che sia viceversa e le mie pitture quindi non le “può” prendere sul serio. La pittura per me non è un hobby, ma il mestiere; hobby per me è scrivere. Ma dipingere e scrivere per me sono in fondo la stessa cosa. Che dipinga o che scriva, io perseguo il medesimo scopo, che è quello di raccontare delle storie.



(Dino Buzzati, 1967)



A cento anni dalla nascita (1906/2006), Dino Buzzati pittore e scrittore sarà celebrato a Milano con la mostra a compimento del centenario, “BUZZATI RACCONTA storie disegnate e dipinte”, alla Rotonda di via Besana dal 15 novembre sino al 28 gennaio 2007.

Conferenza stampa di presentazione: martedì 14 novembre a mezzogiorno, alla Rotonda di Via Besana.

Sarà presente l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Onorevole Vittorio Sgarbi.



La mostra racconta il Buzzati pittore attraverso i quadri e le opere che ne hanno segnato il percorso; evidenzia anche il singolare incontro, nella sua arte, tra parola e immagine.

Sono dipinti che raccontano delle storie; si sviluppano in un complesso universo di correspondances che è possibile individuare mettendo in rapporto fra loro, da una parte dipinti e disegni, dall’altra testi scritti, nati anche ad anni di distanza.

Ricorrenti le didascalie con cui Buzzati amava illustrare i soggetti che dipingeva.

I lavori pittorici di Buzzati sono ispirati a romanzi e racconti già scritti, ricchi di tematiche e motivi comuni che fanno dell’intera opera buzzatiana un grande sistema di rimandi incrociati.



Corpo centrale della mostra, ospitata alla Rotonda di via Besana, sarà una importante campionatura di tavole del Poema a fumetti: una summa cioè dei grandi temi della produzione di Buzzati e soprattutto il primo fumetto d’autore della letteratura italiana (nel 1969 fu pubblicato da Mondadori). Il racconto espositivo mette poi in mostra materiali eterogenei che puntano a ricostruire il laboratorio creativo del lavoro buzzatiano. Si spazia dai primi schizzi sino alla vera e propria esecuzione dei disegni, dalla scelta dei testi alla nascita del fumetto, oltre ai quadri realizzati dallo stesso Buzzati, che hanno stretti richiami con alcuni disegni.



Le sezioni in cui sarà diviso l’allestimento si susseguiranno in una sorta di finestre sull’articolato lavoro di Buzzati: “links” che permetteranno allo spettatore di calarsi nella produzione di tutta una vita.

Al Poema a fumetti si ricollegano le originali Cronache figurate di Buzzati (opere pittoriche che nascono, sin dagli anni Venti, accompagnate da didascalie, non di rado inserite dall’autore di suo pugno negli stessi quadri). Altre sezioni in mostra: La famosa invasione degli Orsi in Sicilia (del 1945: favola per bambini pubblicata a puntate sul “Corriere dei Piccoli” e successivamente raccolta in volume), i Miracoli di Val Morel (ciclo pittorico del 1970).



In esposizione ci saranno anche alcuni dei bozzetti e figurini realizzati da Dino Buzzati (giusto una citazione: le scene e i costumi per il balletto Fantasmi al Grand Hotel del 1960) che per l’occasione, e per la prima volta, escono dal caveau del Teatro alla Scala.



Il catalogo della mostra, ricco di testi dello stesso Buzzati e di contributi critici e giornalistici, è edito da Electa.



La mostra intende anche, a conclusione di questo centenario, legare le due città di Dino Buzzati: Milano, dove ha lavorato a lungo, anche quale responsabile dal 1967 della pagina dell’arte del Corriere della Sera e quella dove nacque – Belluno - sede (nel 2002, trentennale della morte di Buzzati) dell’applaudita mostra Buzzati 1969: Il laboratorio di Poema a fumetti.



Alla conferenza stampa di presentazione della mostra saranno anche anticipate una serie di imminenti iniziative dedicate a Dino Buzzati, che spazieranno dal teatro al cinema e che si articoleranno fra Milano, Cortina d’Ampezzo e Belluno.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram