Franco Frassoni - Arte di fronte alla Mole 3076 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/04/2019
Cannes 2019: ecco tutti i film in concorso alla 72esima edizione del Festival
18/04/2019
Weekend romantico nella Maison Blu di Monet a Giverny
18/04/2019
Le "Stagioni" di Greg Jager colorano le strade di Collegno
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva RISTORANTE SAMOA ​ Via Montebello 11 Torino 10124

Torino - dal 14 gennaio al 4 febbraio 2007

Franco Frassoni - Arte di fronte alla Mole

Franco Frassoni - Arte di fronte alla Mole

 [Vedi la foto originale]
RISTORANTE SAMOA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Montebello 11 (10124)
+39 0118174713 , +39 3332951739
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

una serie di opere aventi come minimo comun denominatore un mai celato desiderio di spensieratezza unito ad uno strabordante senso di energia e di giocosità che si sprigiona dai suoi lavori
orario: martedì 18.00-01.00; dal mercoledì alla domenica 12.00-15.00, 18.00-01.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 14 gennaio 2007.
curatori: Ermanno Frassoni
autori: Franco Frassoni
genere: arte contemporanea, personale
email: frassoni@fastwebnet.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il Maestro Franco Frassoni inaugura il nuovo anno espositivo con una mostra personale nei conviviali spazi del “Samoa” in Via Montebello 11 a Torino.

In esposizione dal 14 gennaio al 4 febbraio 2007 una serie di opere aventi come minimo comun denominatore un mai celato desiderio di spensieratezza unito ad uno strabordante senso di energia e di giocosità che si sprigiona dai suoi lavori.

La Mostra, curata da Ermanno, promotore delle attività di Frassoni Arte, è non a caso intitolata “Arte di fronte alla Mole” per rendere il giusto omaggio alla particolare location scelta, a pochi passi dall’ingresso principale alla Mole Antonelliana sede del Museo Nazionale del Cinema.

Opera filo conduttore della Rassegna è il dipinto "Torero", realizzato nel 1974, un olio su tela che di certo non poteva mancare nel contesto spagnoleggiante del “Samoa”. Perché il torero ritratto da Frassoni è un uomo privo di spada, disarmato e sereno, un uomo che sembra divertirsi a sventolare un drappo rosso all’indirizzo di un toro fiero e complice nel balletto, non vittima bensì attore coinvolto direttamente nell’azione, in un’arena curiosamente semideserta dove il pubblico è costituito da due uomini in uniforme incaricati di sorvegliare l’anomala corrida.

In Mostra anche opere che richiamano all’atmosfera circense, su tutti l’acquerello "Circus", risalente al 1974 e finora inedito, e l’olio su tela "Circo nel deserto", eseguito esattamente trent’anni dopo come a voler riprendere un discorso su di un tema, quello del circo, ricco di fascino e di mistero, proposto in chiave più moderna ma non per questo meno goliardica.

Un disinvolto riferimento al gioco, quindi, facilmente riscontrabile sia nei colori che nelle ambientazioni, da intendersi non come attività ludica fine a se stessa ma come momento irrinunciabile di comunicazione e di aggregazione nell’esistenza di tutti gli uomini.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram