Franco Frassoni - Tra illusione e realtà 3076 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/04/2019
Cannes 2019: ecco tutti i film in concorso alla 72esima edizione del Festival
18/04/2019
Weekend romantico nella Maison Blu di Monet a Giverny
18/04/2019
Le "Stagioni" di Greg Jager colorano le strade di Collegno
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva BANCA SELLA ​ Piazza Castello 125/127 Torino 10122

Torino - dal 6 al 27 marzo 2007

Franco Frassoni - Tra illusione e realtà

Franco Frassoni - Tra illusione e realtà

 [Vedi la foto originale]
BANCA SELLA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Castello 125/127 (10122)
+39 0115668111 , +39 0115620738
ufficiostampa@gruppobancasella.it
www.sella.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

personale di arte figurativa
orario: dal lunedì al venerdì 08.30-13.25; 14.40-15.40
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 6 marzo 2007. ore 18
catalogo: in mostra
curatori: Ermanno Frassoni
autori: Franco Frassoni
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Dal 6 al 27 marzo 2007 gli esclusivi spazi di Banca Sella, situata nella splendida cornice di Piazza Castello a Torino, a pochi passi da Palazzo Madama, nel cuore della città dei monumenti ove si affacciano tra gli altri il Palazzo Reale, il Teatro Regio, l’Armeria e la Biblioteca Reale, ospitano “Tra illusione e realtà”, mostra personale di arte figurativa del Maestro Franco Frassoni.

La Rassegna, curata da Ermanno, promotore delle attività di Frassoni Arte, si aprirà alla presenza dell’Artista in data 6 marzo 2007 alle ore 18.00.

Così scrive a proposito del Maestro Frassoni il critico d’arte Giorgio Masciaroli:
Immediatezza e deliberata semplicità. Sono questi i contrassegni che prioritariamente affiorano nella pittura di Franco Frassoni, nativo di Genova ma residente da anni a Torino: pittura scaturita da una esigenza di serenità e di equilibrio, non solo interiore ma anche, e potremmo dire soprattutto, con il mondo circostante, da lui percepito come del tutto avulso dai rumori e dai fragori della quotidianità.

E' facile trovare tra i suoi soggetti scorci lacustri, vedute alpestri, angoli di natura con il turgore dei suoi colori primigeni, unitamente a ghermiture visive di marine dagli orizzonti slontanati e consegnati a fughe di luci ora modulate, ora screziate con lineare pacatezza.

Frassoni è utente della tavolozza incline a schematizzare le sue osservazioni, le sue rievocazioni, le sue argomentazioni, offrendo, a chi rivolge loro la propria attenzione, l'essenzialità di un impianto, il cui scopo precipuo dovrebbe essere quello di trasmettere un'emozione, di suscitare un ricordo, di stimolare il palpito affettivo, convinto del fatto che l'esistenza è un'agglutinazione di momenti in cui la mente ed il cuore - pena l'aridità della vita stessa - devono avere il loro insostituibile, imprescindibile ruolo.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram