Etienne Zerah - Saints & Skins Match 2 3102 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/12/2018
A Milano, le case dei libri. Vendita, scambio e mostra, sul filo dell’arte
14/12/2018
L’universo in bottiglia. Ilaria Vinci si aggiudica l’ottava edizione del Menabrea Art Prize
14/12/2018
La casa sull'albero progettata dall'architetto Will Beilharz
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva A MODO MIO ​ Piazza Di Sarzano 8r Genova 16128

Genova - dal 6 aprile al 5 maggio 2007

Etienne Zerah - Saints & Skins Match 2

Etienne Zerah - Saints & Skins Match 2

 [Vedi la foto originale]
A MODO MIO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Di Sarzano 8r (16128)
+39 3381465401
e-montaldo@libero.it
www.amodomio.info
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

A due mesi da THE SAINT & THE SKINHEAD IN ME, Etienne Zerah ripropone la mostra in una veste rinnovata in questo MATCH 2; la raccolta comprende le opere più significative, le ultime produzioni e qualche inedito per un totale di 20 pezzi unici
orario: dal martedì al sabato dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 19:30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 6 aprile 2007. ore 22
autori: Etienne Zerah
genere: fotografia, arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Etienne si ripresenta al pubblico genovese con una personale e lo fa ancora una volta per esprimere quella carica di artista che spesso lo fa sentire vicino alla mai sorpassata body art.

Un po’ santo e un po’ skin, nella quasi totalità delle 20 immagini che verranno esposte, Zerah si autoritrae apparendo come un personaggio unico nel suo genere che non teme di essere anche spesso dissacratorio.

“Ho voluto riunire le mie produzioni più significative per creare un mondo dissacrante e perverso che rispecchi quello reale, guardandolo dritto dagli occhi di una persona distante anni luce dalle convenzioni e dalle istituzioni”.

Una visione della realtà, dunque senza preamboli che, assicura l’autore, non vuole assolutamente essere letta come un’accusa, piuttosto, un modo originale di aprire gli occhi a chi non vede… o non vuol vedere.

Scopriamo così un mondo di poliziotti corrotti, skinhead sadomaso, sacerdoti promiscui, presidenti invasati, assassini chic e devoti fedifraghi tutti riprodotti in opere al centro delle quali c’è sempre l’estetica che, mentre attrae l’occhio dell’osservatore, lo trascina nella cruda realtà.

“Attraverso l’estetica – sottolinea l’autore – cerco l’equilibrio perché è dall’impatto visivo che emerge il significato di ciò che voglio esprimere”.

[Testo curato da Lucia Tartaglia, tartaglia.lucia@fastwebnet.it, cell. 338 92 95 157]


La produzione di Etienne Zerah è costituita da stampe digitali su forex 0.5 cm, con dimensioni da 30x40 cm a 75x100 cm.

Tutte le opere sono in tiratura unica.

Il listino dei lavori è reperibile in galleria o contattando l’artista.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram