Guido Averna / Barbara Jarach - Donne in colore 3136 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/12/2018
Stranger Things, dalla serie tv al videogioco in 16-bit
18/12/2018
Oscar 2019: Dogman fuori dalle nomination come miglior film straniero
17/12/2018
Scoperta in Egitto la tomba di un alto sacerdote, perfettamente conservata dopo 4mila anni
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SPAZIOINMOSTRA ​ Via Luigi Cagnola 26 Milano 20154

Milano - dal 4 al 28 ottobre 2005

Guido Averna / Barbara Jarach - Donne in colore

Guido Averna / Barbara Jarach - Donne in colore

 [Vedi la foto originale]
SPAZIOINMOSTRA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Luigi Cagnola 26 (20154)
+39 3356665509 , +39 0233105921
info@spazioinmostra.it
www.spazioinmostra.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

i quadri in stile new pop di Guido Averna e le morbide tinte delle pregiate creazioni in cashmere o lane raffinate di Barbara Jarach
orario: da lunedì a giovedì 15-20, venerdì 10-16
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 4 ottobre 2005. ore 19
autori: Guido Averna, Barbara Jarach
genere: arte contemporanea, altro, doppia personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Il binomio arte e lana si ripropone. Dopo l' imponente mostra curata da Philippe Daverio a Biella, "Sul filo della lana" (dove Guido Averna era presente col suo "Un filo ci unirà"), la galleria SPAZIOINMOSTRA presenta una nuova esposizione che s'ispira al medesimo accoppiamento.

Arte e lana, quindi, che s'intrecciano diventando un'unica matassa.



Nell'ampia sala della galleria i quadri in stile new pop di Guido Averna si fonderanno al cashmere e ai filati di Barbara Jarach.

20 ritratti di donne su plexiglass, il materiale piu` adatto al modo di comunicare dell'artista: per esaltare la lucentezza dei colori, per rendere piu armonioso l' impatto con le immagini, per accendere l'entusiasmo del messaggio. Le donne di Averna si vestono di passione e di nuovi colori, ispirandosi alla nuova collezione di Hampshire. .

Tratti essenziali, tinte sgargianti, linee e contorni definiti. Donne in colore, rappresentate con ironia, senza ammettere equivoci nel loro mostrarsi ed esibirsi. Le fanciulle sono le eredi della tradizione fumettistica e dell` evoluzione della Pop Art americana.

In questa esposizione le fanciulle di Averna si mostrano arrabbiate, gioiose, provocanti, riflessive, introverse, perplesse, e sempre eleganti, grazie ai filati preziosi di Hamphshire.



Guido Averna. Il percorso artistico di Guido Averna ha avuto e continua ad avere ritmi molto serrati quasi seguisse l`immediatezza comunicativa delle sue tavole. All'inizio la sua espressione artistica fu qualificata dal critico Philippe Daverio come "metapubblicità", perché giocava sul corto circuito logico tra l'immagine e una parola, spesso un termine preso dalle nuvolette dei cartoons, come "gasp", "crash" o "blob", che fungeva da spassionata didascalia. Poi il gioco s'è fatto più raffinato, perché l'ironia ha cominciato ad agire in proprio: ansie, speranze o disillusioni umane hanno svelato un universo di sentimenti a noi contemporanei interpretati da un'incessante galleria di tipi del nostro tempo, che dovrebbero esserci noti, ma che spesso non vogliamo riconoscere. C'è in questo approccio la personalità di Averna, che prima di dedicarsi alla pittura ha praticato il giornalismo: la scrittura, che dà struttura logica alle incongruenze della nostra vita, e la fotografia, che dà forma e inquadratura. Nel 2002, i lavori di Averna erano in smalto su cartone ordinario e invadevano senza tregua i locali di tendenza del Ticinese, Le Biciclette in primis. Poi i primi contatti coi galleristi, l`esposizione alla Triennale di Milano, l`incontro con la moda (T-shirt), le immagini richieste dai magazine e mostre in giro per il Belpaese. Di recente i suoi quadri erano presenti a Biella nell`innovativa mostra curata da Philippe Daverio "Sul filo della lana" (accanto a Warhol, Depero, Baj, ...) e a Venezia nella collettiva "Esserci Padiglione Italia" per l`affermazione degli artisti italiani alla Biennale. (www.guidoaverna.com).



Hampshire. Hampshire è la linea di maglieria creata da Barbara Jarach nel 1995 e comprende la linea donna, uomo, bambino e casa. Hampshire ha saputo ritagliarsi uno spazio prestigioso offrendo una produzione di altissima qualità nei filati e nelle rifiniture. Hampshire produce collezioni sia con il proprio brand che come fornitore di marchi affermati,in cashmere e in lane pregiate e offre inoltre la possibilità di acquistare capi sia sul pronto che personalizzati.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram