Leonardeschi. Da Foppa a Giampietrino: dipinti dall’Ermitage di San Pietroburgo e dai Muse... 3087 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva CASTELLO VISCONTEO - MUSEI CIVICI ​ Viale XI Febbraio 35 Pavia 27100

Pavia - dal 19 marzo al 10 luglio 2011

Leonardeschi. Da Foppa a Giampietrino: dipinti dall’Ermitage di San Pietroburgo e dai Musei Civici di Pavia

Leonardeschi. Da Foppa a Giampietrino: dipinti dall’Ermitage di San Pietroburgo e dai Musei Civici di Pavia

 [Vedi la foto originale]
CASTELLO VISCONTEO - MUSEI CIVICI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale XI Febbraio 35 (27100)
museicivici@comune.pv.it
www.comune.pv.it/museicivici
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Per la prima volta il Museo Statale Ermitage presta un nucleo importantissimo di dipinti lombardi del Cinquecento: 22 opere della sua collezione, molte delle quali considerate fino a tutto l’Ottocento originali di Leonardo, che insieme ad altrettanti dipinti delle collezioni pavesi condurranno il visitatore a scoprire quanto il genio toscano in terra lombarda abbia determinato e reso possibile nuovi sviluppi artistici.
orario: Dal martedì al venerdì: 10-13; 15-18
Sabato, domenica e festivi: 10-19
Aperture straordinarie: 24 e 25 aprile,
1 maggio, 2 giugno
Chiuso: lunedì
La biglietteria chiude 45’ prima della mostra
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Biglietti
Intero: € 8
Ridotto: € 6 (visitatori di oltre 65 anni, visitatori
in età compresa tra 15 e 25 anni, gruppi tra 15
e 30 persone, possessori biglietto Musei Civici,
convenzionati)
Ridotto scuole e bambini di età compresa
tra i 6 e il 14 anni: € 3
vernissage: 19 marzo 2011. alle ore 17.00 su invito
catalogo: in galleria.
editore: SKIRA
ufficio stampa: VILLAGGIO GLOBALE, LUCIA CRESPI
curatori: Tatiana Kustodieva
autori: Cesare da Sesto, Leonardo Da Vinci, Francesco Melzi
note: promossa dal Comune di Pavia, Musei Civici di Pavia, Museo Statale Ermitage, dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia e dall’Associazione Pavia Città Internazionale dei Saperi, con la collaborazione della Fondazione Ermitage Italia e dell’Università di Pavia e inserita dai Governi dei due Stati tra gli eventi principali dell’Anno Italia/Russia, organizzata dai Musei Civici di Pavia e da Villaggio Globale International
genere: arte antica, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
“La cultura è tutta continuità, è tutta un’eco” ha scritto il poeta del Novecento Iossif Brodskij.
L’attività dei seguaci di Leonardo – la cui rivoluzione in pittura non poteva non influenzare stuoli di artisti - è divenuta un’eco originale, un’eco intensa che la straordinaria mostra in programma al Castello di Pavia dal 20 marzo al 10 luglio 2011 ci aiuterà a cogliere.

Per la prima volta il Museo Statale Ermitage presta un nucleo importantissimo di dipinti lombardi del Cinquecento: 22 opere della sua collezione, molte delle quali considerate fino a tutto l’Ottocento originali di Leonardo, che insieme ad altrettanti dipinti delle collezioni pavesi condurranno il visitatore a scoprire quanto il genio toscano in terra lombarda abbia determinato e reso possibile nuovi sviluppi artistici;
una nuova stagione ove seguaci e imitatori del Maestro acquisivano, interpretavano e diffondevano il nuovo leonardesco.

La mostra “Leonardeschi. Da Foppa a Giampietrino: dipinti dall’Ermitage di San Pietroburgo e dai Musei Civici di Pavia” - promossa dal Comune di Pavia, Musei Civici di Pavia, Museo Statale Ermitage, dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia e dall’Associazione Pavia Città Internazionale dei Saperi, con la collaborazione della Fondazione Ermitage Italia e dell’Università di Pavia e inserita dai Governi dei due Stati tra gli eventi principali dell’Anno Italia/Russia, organizzata dai Musei Civici di Pavia e da Villaggio Globale International - proporrà dunque testimonianze di prim’ordine della pittura lombarda
del periodo di massima fioritura del Rinascimento, come la Sacra famiglia e Santa Caterina di Cesare da Sesto,
che Stendahl considerava la cosa migliore creata da Leonardo o la famosa Flora di Francesco Melzi, l’allievo prediletto del Maestro: opera che per trent’anni non è uscita dalle sale dell’Ermitage e che il prestigioso museo russo ha voluto prestare per questo importante evento, curato da Tatiana Kustodieva conservatore dell’Ermitage e da Susanna Zatti direttore dei Civici Musei di Pavia (Catalogo Skira).
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram