Realismi socialisti. grande pittura sovietica 1920-1970 3102 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
27/06/2019
Wes Anderson e Juman Malouf portano il sarcofago di Spitzmaus alla Fondazione Prada
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI ​ Via Nazionale 194 Roma 00184

Roma - dal 10 ottobre 2011 all'otto gennaio 2012

Realismi socialisti. grande pittura sovietica 1920-1970

Realismi socialisti. grande pittura sovietica 1920-1970
PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Nazionale 194 (00184)
+39 06489411 , +39 0668301087 (fax)
info@palazzoesposizioni.it
www.palazzoesposizioni.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Dopo la monografica dedicata ad Aleksandr Deineka, l’Azienda Speciale Palaexpo presenta, nell’ambito del programma di scambio Italia-Russia 2011, una mostra sulla grande figurazione realista di età sovietica con spettacolare rassegna di capolavori.
orario: domenica, martedì, mercoledì e giovedì: dalle 10.00 alle 20.00; venerdì e
sabato: dalle 10.00 alle 22.30; lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: intero € 12,50; ridotto € 10. Permette di visitare tutte le
mostre in corso al Palazzo delle Esposizioni. Il biglietto integrato Palazzo delle
Esposizioni e Scuderie del Quirinale per 3 giorni : intero € 15,00; ridotto € 12,50
vernissage: 10 ottobre 2011.
editore: SKIRA
curatori: Matthew Bown, Zelfira Tregulova
autori: Izaak Brodsky, Aleksandr Deynika, Vasilij Efanov, Geli Korzhev, Juri Pimenov, Arkadij Plastov, Georgj Rublev, Aleksandr Samokhvalov, Dimitri Zhilinsky
patrocini: Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Ministero della Cultura della Federazione Russa
genere: arte contemporanea, collettiva
email: d.santarsiero@palaexpo.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Dopo la monografica dedicata ad Aleksandr Deineka, l’Azienda Speciale Palaexpo presenta, nell’ambito del programma di scambio Italia-Russia 2011, una mostra sulla grande figurazione realista di età sovietica con spettacolare rassegna di capolavori. «L’intento è di sottrarre le opere del Realismo socialista alle interpretazioni svolte in chiave propagandistico-politica – dichiara il Presidente dell’Azienda Speciale, prof. Emmanuele F.M. Emanuele - e restituire questo peculiare, e tuttavia imponente movimento artistico del XX secolo al giudizio del pubblico nella sua dimensione propriamente storico-artistica».
Pertanto, scevra da qualsiasi connotazione ideologica, la mostra propone una ricostruzione rigorosa della storia della pittura in Unione Sovietica, mettendo in luce tanto l’eccellenza dei singoli talenti ancora poco noti in occidente (oltre Deineka, si ricordino Juri Pimenov, Izaak Brodsky, Georgj Rublev, Aleksandr Samokhvalov, Efanov, Archadi Plastov, Dimitri Zhilinsky, Geli Korzhev), quanto la grandiosa scala geografica (dai Balcani alla Kamchatcka) e cronologica (dagli esordi rivoluzionari agli esiti ultimi, paralleli al dissolversi dell’URSS) su cui questo fenomeno artistico si è sviluppato.
Realismi socialisti: grande pittura sovietica 1920-1970 è la più completa rassegna di questo movimento mai presentata fuori della Russia ed è stata fatta in collaborazione con il Museo Statale Russo di San Pietroburgo, la Galleria Statale Tret’jakov di Mosca e il ROSIZO e 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE.
La mostra segue lo sviluppo della pittura del Realismo socialista dalle ultime fasi della Guerra civile all’avvio della stagione brezhneviana, arrestandosi all’apertura degli anni Settanta, data oltre la quale le tendenze dell’arte ufficiale sovietica seguiranno direzioni varie e incoerenti, tali da far tramontare definitivamente il dominio culturale delle correnti realiste-socialiste.
L’esposizione è organizzata in sequenza cronologica attraverso le sette gallerie del Palazzo delle Esposizioni. All’interno di ogni galleria è presentata una molteplicità di temi e di approcci formali all’arte di ciascun periodo. Sarà messa in evidenza la grande varietà di soluzioni con cui gli artisti risposero alla sfida del Realismo socialista, non solo nello svolgersi del tempo ma anche nella simultaneità delle singole scansioni cronologiche, ribaltandolo il mito del Realismo socialista come forma d’arte monolitica, riassumibile in una formula univoca.
All’interno dello schema cronologico complessivo, si possono evidenziare alcuni precisi orientamenti tematico-curatoriali quali il soggetto generalizzato dei dipinti che è, nelle sue più varie rappresentazioni, il popolo, tema privilegiato dell’estetica realista. In conseguenza,
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram