101 Gillo Dorfles - Opere recenti 3092 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MART ​ Corso Angelo Bettini 43 Rovereto 38068

Rovereto (TN) - dal 16 dicembre 2011 al 12 febbraio 2012

101 Gillo Dorfles - Opere recenti

101 Gillo Dorfles - Opere recenti

 [Vedi la foto originale]
MART
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Corso Angelo Bettini 43 (38068)
+39 0464438887 , +39 0464430827 (fax), 800397760
info@mart.trento.it
www.mart.trento.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Dorfles, nato a Trieste nel 1910, è una tra le più importanti figure di intellettuale nel panorama italiano dal dopoguerra fino a oggi. Meno nota al pubblico è la sua produzione pittorica. Questa mostra, a cura di Luigi Sansone, svela un Dorfles pittore: originalissimo. prolifico, e riservato. In pittura Gillo Dorfles è stato fedele a una precoce ispirazione, e allo stesso tempo pronto a rivedere anche radicalmente, nel corso della sua lunga carriera, gusti e presupposti teorici.
orario: mar-dom 10-18 ven 10-21
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Intero €11, ridotto €7, famiglie €22.
vernissage: 16 dicembre 2011. ore 18.00
editore: ELECTA
curatori: Daniela Ferrari, Luigi Sansone
autori: Gillo Dorfles
note: Venerdì 16 dicembre 2011

ore 12.00 Conferenza Stampa
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Gillo Dorfles, nato a Trieste nel 1910, è una tra le più importanti figure di artista e di intellettuale nel panorama italiano dal dopoguerra ad oggi.
La mostra “Gillo Dorfles. Le opere recenti” non è una celebrazione, ma la presentazione di una produzione molto vasta, con un’attenzione particolare ai suoi ultimi lavori. Il percorso espositivo tocca i momenti salienti della sua ricerca, che ha inizio negli anni Trenta, nel solco dell’espressionismo e del surrealismo.
Nelle sue prime prove pittoriche sono già presenti motivi che si ritroveranno poi nelle opere del 2009: forme enigmatiche e sinuose, che sembrano emergere da un substrato inconscio, e che non sono leggibili né con i codici della figurazione né con quelli dell’astrazione.

Professore di estetica e figura di primo piano nell’ambito della storia e della critica d’arte, Dorfles è stato contemporaneamente uomo di teoria e di prassi.
La dimostrazione più eclatante di questo la si ebbe nel 1948, quando insieme a Bruno Munari, Atanasio Soldati e Gianni Monent, Dorfles fondò un gruppo d’avanguardia – il Movimento Arte Concreta – che si poneva un compito ambizioso: quello di indirizzare la pittura lontano sia dalla figurazione che dall’astrazione postcubista.
Prima di tutto questo, Gillo Dorfles è stato un pittore originalissimo e prolifico, benché riservato, ma soprattutto è stato fedele a una precoce ispirazione e allo stesso tempo pronto a rivedere anche radicalmente, nel corso della sua lunga carriera, gusti e presupposti teorici.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram