Wassily Kandinsky e l'arte astratta tra Italia e Francia 3050 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/07/2019
Una cooperazione Carabinieri-FBI riporta in Italia due preziosi reperti dagli USA
15/07/2019
Un nuovo libro ci fa entrare nella mente di Jean-Michel Basquiat
13/07/2019
Anche Lucio Battisti arriva su Spotify ma non tutti sono contenti
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MAR - MUSEO ARCHEOLOGICO REGIONALE ​ Piazza Pietro Leonardo Roncas 12 Aosta 11100

Aosta - dal 25 maggio al 21 ottobre 2012

Wassily Kandinsky e l'arte astratta tra Italia e Francia

Wassily Kandinsky e l'arte astratta tra Italia e Francia
Wassily Kandinsky, Rot in Spitzform, 1925
 [Vedi la foto originale]
MAR - MUSEO ARCHEOLOGICO REGIONALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Pietro Leonardo Roncas 12 (11100)
+39 016531572 , +39 0165230537 (fax), +39 0165275902
u-mostre@regione.vda.it
www.regione.vda.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Il Museo Archeologico Regionale di Aosta dal 26 maggio al 21 ottobre presenta al pubblico la grande mostra Wassily Kandinsky e l'arte astratta tra Italia e Francia a cura di Alberto Fiz.
La rassegna, che comprende oltre 90 opere, realizzata dall'Assessorato Istruzione e Cultura della Regione Autonoma Valle d'Aosta in collaborazione con Fondazione Antonio Mazzotta, focalizza l'attenzione sulla ricerca astratta del maestro russo in un percorso che prende avvio dal 1925.
orario: Tutti i giorni dalle 9 alle 19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: € 5,00 intero, € 3,50 ridotto, gratuito per i minori di 18 anni e per i maggiori di 65 anni
vernissage: 25 maggio 2012. ore 18
editore: MAZZOTTA
ufficio stampa: IRMA BIANCHI
curatori: Alberto Fiz
autori: Hans Arp, Cesar Domela, Piero Dorazio, Gillo Dorfles, Florence Henri, Wassily Kandinsky, Alberto Magnelli, Alessandro Mendini, Joan Miró, Gianni Monnet, Francis Picabia, Mauro Reggiani, Atanasio Soldati, SophieTaeuber-Arp, Ettore Sottsass, Luigi Veronesi
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il Museo Archeologico Regionale di Aosta dal 26 maggio al 21 ottobre presenta al pubblico la grande mostra Wassily Kandinsky e l'arte astratta tra Italia e Francia a cura di Alberto Fiz.
La rassegna, che comprende oltre 90 opere, realizzata dall'Assessorato Istruzione e Cultura della Regione Autonoma Valle d'Aosta in collaborazione con Fondazione Antonio Mazzotta, focalizza l'attenzione sulla ricerca astratta del maestro russo in un percorso che prende avvio dal 1925.
In esposizione un nucleo importante di oltre 40 opere di Kandinsky, dipinti e tecniche miste provenienti da collezioni pubbliche e private italiane e straniere ed alcuni capolavori degli anni Trenta e Quaranta mai presentati prima d'ora in Italia.
Si potranno ammirare, inoltre, significativi lavori di artisti con cui l'opera di Kandinsky ha instaurato un dialogo creativo quali Hans Arp, SophieTaeuber-Arp, César Domela, Florence Henri, Joan Miró, Francis Picabia e gli italiani Piero Dorazio, Gillo Dorfles, Alberto Magnelli, Alessandro Mendini, Gianni Monnet, Mauro Reggiani, Ettore Sottsass, Atanasio Soldati e Luigi Veronesi.
Per l’occasione viene ricostruita la Sala da Musica dell’Esposizione di Architettura di Berlino del 1931 disegnata da Kandinsky e Alessandro Mendini rende un omaggio speciale al maestro russo.
Il carattere trasversale della mostra offre quindi l'opportunità di un'approfondita analisi critica della ricerca del maestro russo in un contesto che coinvolge Italia e Francia.
Accompagna la rassegna un esaustivo volume in italiano e francese pubblicato da Edizioni Gabriele Mazzotta con testi critici e apparati.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram