Marco Delogu - Ritratti 3058 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/06/2019
Tracce di assenza. All'Hotel Hilton Molino Stucky di Venezia le opere di Mimmo Catania
19/06/2019
Ad Alberto Angela la laurea honoris causa dell’Università Suor Orsola di Napoli
19/06/2019
Flaminia Bonciani e i colori degli anni ’80, al RUFA Space
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva FORO ROMANO ​ Via Della Salara Vecchia Roma 00186

Roma - dal 7 marzo al 5 maggio 2013

Marco Delogu - Ritratti

Marco Delogu - Ritratti
FORO ROMANO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Della Salara Vecchia (00186)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Ritratti di ritratti è il titolo della mostra che dall’8 marzo, e fino al 5 maggio, riunisce dieci
fotografie di Marco Delogu al Tempio di Romolo, nel Foro romano. La Soprintendenza
Speciale per i Beni Archeologici di Roma promuove la mostra, in collaborazione con
Electa
orario: Dalle 8.30 a un’ora prima del tramonto.
Non si effettua chiusura settimanale.
La biglietteria chiude un'ora prima
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Intero € 12,00; ridotto € 7,50
Lo stesso biglietto consente l’accesso al Colosseo, al Foro romano e al Palatino
I biglietti sono acquistabili online sul sito www.coopculture.it.
L’applicazione iMiBAC Top 40 consente l’acquisto del biglietto tramite smartphone
vernissage: 7 marzo 2013. ore 16.30
editore: ELECTA
autori: Marco Delogu
note: Ingresso
Roma, Largo della Salara Vecchia (via dei Fori imperiali)
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Ritratti di ritratti è il titolo della mostra che dall’8 marzo, e fino al 5 maggio, riunisce dieci
fotografie di Marco Delogu al Tempio di Romolo, nel Foro romano. La Soprintendenza
Speciale per i Beni Archeologici di Roma promuove la mostra, in collaborazione con
Electa.
Ritratti fotografici di ritratti scolpiti nella pietra di imperatori, letterati e filosofi di età
romana sono disposti all’interno del monumento nell’allestimento firmato da Fabio
Fornasari, che lascia parlare gli sguardi di volta in volta profondi, cupi, pensosi,
malinconici di Cicerone ed Epicuro, di Ganimede e Pitagora, di Omero e Salonina, di
Caracalla e Alessandro Severo. E, infine, il ritratto di Traiano Decio è presentato non
soltanto da un'unica immagine, ma anche da una composizione di cinque fotogrammi
dello stesso volto dell’anziano imperatore, di cui la luce scava e segna il volto marchiato
dal tempo e dalla responsabilità del potere, in una variazione sempre più accentuata di
luci e ombre.
La ritrattistica è un soggetto caro a Marco Delogu, fotografo di fama internazionale, che ha
più volte affrontato la ritrattistica romana restituendo, con un sapiente lavoro di luci,
nuova vita a personaggi che hanno scritto la nostra storia, e di cui ne portano il gravoso
segno nei tratti dei loro volti.
La mostra è allestita nel Tempio di Romolo, edificio realizzato da Massenzio nel Foro
romano in onore del proprio figlio morto in giovane età. Di quest’epoca mantiene intatta la
struttura circolare e i preziosi battenti di bronzo. Tra le decorazioni pittoriche all’interno
spicca l’altare duecentesco con nicchia affrescata e altare in marmi policromi.
BIOGRAFIA DI MARCO DELOGU
Marco Delogu è nato a Roma, dove vive e lavora, nel 1960.
La sua ricerca si concentra su ritratti di gruppi di persone con esperienze o linguaggi in
comune. Negli ultimi anni i suoi progetti si sono maggiormente concentrati sulla natura,
nelle differenti declinazioni di un’attenzione che si sposta dall’uomo a ciò che lo circonda.
Ha pubblicato oltre venti libri. Ha esposto in Italia e all'estero (Accademia di Francia -Villa
Medici a Roma, Galleria Comunale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma, Palazzo
delle Esposizioni a Roma, Warburg Institute a Londra, Henry Moore Foundation a Leeds,
IRCAM, Centre George Pompidou a Parigi, Museé de l'Elysee a Losanna, PhotoMuseum,
Mosca; ecc.).
Nel 2012 ha esposto a Roma alla Galleria Il Segno “La natura della notte” e al museo
Macro di via Nizza “L’altra ego”, con Giosetta Fioroni.
Nel 2011 ha esposto a Mosca (retrospettiva al Multimedia Art Museum, e alla Glaz
gallery), alla Biennale di Venezia (Arsenale-padiglione italiano) e alla biennale di Lione.
Nel 2010 alla Randall Scott Gallery di New York, si è tenuta una sua personale.
Nell’autunno del 2008 si è svolta all’Accademia di Francia a Roma, una grande
retrospettiva dal titolo “Noir et Blanc”
Affianca all’attività di fotografo, quella di editore e curatore di mostre. Nel 2002 ha ideato
FotoGrafia, festival internazionale di Roma di cui è il direttore artistico. Nel 2003 ha
fondato la casa editrice Punctum.
Come curatore ha all’attivo oltre 50 mostre con i nomi più importanti della fotografia
mondiale, quali Josef Koudelka (Mercati di Traiano, Roma 2003), Sally Mann (Galleria
Karsten Greve, Parigi 2004) Olivo Barbieri (Mercati di Traiano, Roma 2004), Don McCullin
(Mercati di Traiano, Roma 2004), Anders Petersen (Musei Capitolini, Roma 2005), Martin
Parr (Musei Capitolini, Roma 2006), Graciela Iturbide (Tempio di Adriano, Roma 2007),
Guy Tillim (Palazzo delle Esposizioni, Roma 2009), Lee Miller (Scuderie del Quirinale,
Roma 2009), Tod Papageorge (Macro Testaccio, Roma 2010), Alec Soth (Macro Testaccio,
Roma 2011) e molti altri.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram