Carla Accardi 3084 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/06/2019
Sull’isola di Than Hussein Clark con Catherine David. Talk da KURA
20/06/2019
Le proiezioni sui monumenti di Londra per promuovere il nuovo album di Thom Yorke
20/06/2019
La pistola con cui si uccise Vincent van Gogh è stata venduta all'asta
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA ​ Via Nizza 138 Roma 00198

Roma - dal 18 settembre 2004 al 9 gennaio 2005

Carla Accardi
[leggi la recensione]

Carla Accardi
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Nizza 138 (00198)
+39 060608
macro@comune.roma.it
www.museomacro.org
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra monografica si sviluppa nelle quattro sale principali del MACRO e propone quattro momenti diversi: i lavori in sicofoil degli anni Settanta quasi mai esposti, una casa-labirinto in perspex, una serie di alti coni di ceramica e quindici grandi disegni appositamente realizzati per questa esposizione.
orario: da martedì a domenica 9.00 – 19.00; festività 9.00 - 14.00; (lunedì chiuso)
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: intero € 5,20 ridotto € 4,20. Gratuito fino ai 18 anni e oltre i 65
vernissage: 18 settembre 2004. ore 18.30
editore: ELECTA
curatori: Danilo Eccher
autori: Carla Accardi
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il MACRO, in occasione della Notte Bianca, inaugura la stagione autunnale con tre mostre che vedono uno dei massimi protagonisti della cultura contemporanea, Carla Accardi, accanto a due giovani ed importanti artisti: Valery Koshlyakov e Sissi. Il MACRO prosegue così la sua ricca e articolata attività culturale con un programma espositivo che conferma la sua vocazione di spazio museale dove dialogano i grandi maestri dell’arte contemporanea e le più interessanti voci della giovane sperimentazione artistica.
Per questo primo grande omaggio della città di Roma all’artista, Carla Accardi presenta nelle sale principali del MACRO una serie inedita di lavori dal 1970 ad oggi e quindici grandi disegni espressamente realizzati per l’occasione.
Negli spazi dedicati alla ricerca e alla sperimentazione artistica, l’artista russo Valery Koshlyakov propone un nuovo progetto ambientale, costruendo all’interno di una delle Sale Panorama del Museo una porzione di tempio classico realizzata con i materiali più poveri e disparati. Sissi, la giovanissima performer bolognese, presenta nell’altra Sala un complesso progetto performativo che costituisce la sua prima ‘vera’ mostra personale all’interno di un Museo.
Consolidando una linea ormai affermata, le mostre sono curate da tre curatori distinti quali Danilo Eccher per la mostra di Carla Accardi, Cecilia Casorati per Valery Koshlyakov e Pier Luigi Tazzi per Sissi.


SALE MACRO

CARLA ACCARDI a cura di Danilo Eccher.

Carla Accardi è nata a Trapani, in Sicilia, nel 1924. Si è trasferita giovanissima a Roma dove ha partecipato attivamente ad una delle più importanti stagioni artistiche in Italia.
Dopo le numerose partecipazioni alla Biennale di Venezia (1964, 1976, 1978 e 1988) e le recenti mostre personali al Museo del Castello di Rivoli e al Musée de la Ville a Parigi, ora è Roma a riconoscere a Carla Accardi il ruolo di grande Maestro dell’arte contemporanea.
La mostra monografica si sviluppa nelle quattro sale principali del MACRO e propone quattro momenti diversi: i lavori in sicofoil degli anni Settanta quasi mai esposti, una casa-labirinto in perspex, una serie di alti coni di ceramica e quindici grandi disegni appositamente realizzati per questa esposizione.
La mostra è accompagnata da un catalogo della “Collana MACRO”, pubblicato da Electa, di quasi 300 pagine in italiano e in inglese, corredato dalla documentazione fotografica delle opere esposte e di una ricca selezione di immagini che mostrano l’intero percorso dell’artista. Il catalogo, inoltre, è arricchito con il contributo dei saggi critici di Danilo Eccher e di Hans Ulrich Obrist e di un’intervista all’artista di Paolo Vagheggi.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram