Jean Tinguely - Le casse degli attrezzi / Erró - Atelier Mécacollages 3096 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva IL MUSEO IN ERBA ​ Riva Antonio Caccia 1 Lugano 6900

Lugano - dal 14 settembre 2013 al 9 febbraio 2014

Jean Tinguely - Le casse degli attrezzi / Erró - Atelier Mécacollages

Jean Tinguely - Le casse degli attrezzi / Erró - Atelier Mécacollages

 [Vedi la foto originale]
IL MUSEO IN ERBA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Riva Antonio Caccia 1 (6900)
Central Park, 1° Piano
+41 918355254
info@museoinerba.com
www.museoinerba.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Le mostre autunnali del Museo in erba di Bellinzona sono dedicate a due “MECA ARTISTI”, il famoso scultore svizzero Jean Tinguely e il pittore islandese Erró. Tutte e due recuperano per ricreare e riflettono sulla società dei consumi. Il primo raccoglie ferraglia nelle discariche e realizza “macchine inutili” chiassose e divertenti; il secondo colleziona ritagli di riviste, giornali, fumetti per creare poi collages surreali e ironici che stimolano l’invenzione di nuove fantastiche storie in un universo in cui tutto è possibile.
orario: lu - ve: 8.30 - 11.30 * 13.30 - 16.30
Sabato, domenica e vacanze scolastiche: 14.00 - 17.00.
Chiuso: 24 e 31 dicembre e festivi
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 14 settembre 2013. h 15
ufficio stampa: UESSEARTE
autori: Errò, Jean Tinguely
note: conferenza stampa: venerdì 13 settembre 2013 ore 11.00
genere: arte contemporanea

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Le mostre autunnali del Museo in erba di Bellinzona sono dedicate a due “MECA ARTISTI”, il famoso scultore svizzero Jean Tinguely e il pittore islandese Erró. Tutte e due recuperano per ricreare e riflettono sulla società dei consumi. Il primo raccoglie ferraglia nelle discariche e realizza “macchine inutili” chiassose e divertenti; il secondo colleziona ritagli di riviste, giornali, fumetti per creare poi collages surreali e ironici che stimolano l’invenzione di nuove fantastiche storie in un universo in cui tutto è possibile.

Le casse degli attrezzi di Jean Tinguely è un percorso gioco interattivo, ideato dalla Vallée de la jeunesse di Losanna in collaborazione con il Musée en Herbe di Parigi, che svela alcuni segreti delle “macchine inutili” del famoso artista svizzero. Una mostra originale disposta in grandi casse di ferro, che propone una serie di “incontri con Jean Tinguely”: Jean e il colore, Jean e l’acqua, Jean il mago, Jean inventa una nuova ruota… accompagnano i bambini in un avvincente viaggio attraverso alcuni aspetti dell’opera dello scultore che ha ridato nuova vita a ferraglia e oggetti gettati via dalla nostra società consumistica. Tinguely aveva un rapporto speciale con i bambini che considerava, per la loro spontaneità, il suo pubblico migliore. Le sue opere in movimento, con le quali i bambini possono interagire, sanno suscitare la loro curiosità grazie all’utilizzo di rifiuti riciclati “ad arte” e trasformati da una fantasia creatrice e bizzarra che li fa emozionare. Il percorso, è stato concepito da un ingegnere, Roland Besse, e svela in modo divertente i principi delle sculture macchine grazie a video, giochi di luce, colori e suoni, opere auto distruttrici, ingranaggi, meccanismi di ruote dentate, giri di manovelle che creano magici effetti: ecco il mondo affascinante, cigolante e strano che aspetta i bambini al Museo in erba!

Erró: atelier Mécacollages. Questa non è una mostra… è vero! È uno spazio creativo e di narrazione, realizzato dal Centre Pompidou di Parigi, che nasce da un percorso disposto a pavimento dove i bambini scoprono un artista che sicuramente li affascinerà, un genere (ritratto/ autoritratto) e una tecnica, il collage.
Le postazioni permettono ai bambini di familiarizzare con la serie Mécacollages, divertenti ritratti surreali in cui Erró mescola elementi del viso umano con ritagli di riviste di meccanica, fotografie… ne nascono personaggi fantastici che diventano nuovi eroi di storie tutte da inventare. Dopo aver scoperto i materiali utilizzati da Errò e i suoi strumenti di lavoro, i bambini sono confrontati con il “fare”: aiutandosi con gli specchi tracciano il loro autoritratto a matita, poi ritagliano elementi meccanici dalle riproduzioni dei Mécacollages messi a loro disposizione e creano il loro ritratto che potrà essere letto e raccontato in tanti personalissimi modi. Ogni bambino riceve un “kit pronto da incollare” per realizzare nuove opere a casa.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram