Bettina Musatti - SMILE METAL 3088 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SPAZIO MANARA 15 ​ Via Luciano Manara 15 Milano 20122

Milano - dal 21 marzo al 9 maggio 2014

Bettina Musatti - SMILE METAL

Bettina Musatti - SMILE METAL
Musatti-Catrame
 [Vedi la foto originale]
SPAZIO MANARA 15
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Luciano Manara 15 (20122)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Fotografie con un alto impatto visivo che creano un corto circuito percettivo in cui le categorie semantiche di “interno ed esterno” vengono trascese nell'analisi visiva, realizzata con gli strumenti fotografici utilizzati in modo sorprendente
orario: Lunedi/Venerdi dalle 09:00 alle 19:00 - Sabato su appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 21 marzo 2014. h 18
catalogo: in galleria.
curatori: Fabrizio Capsoni
autori: Bettina Musatti
genere: fotografia, arte contemporanea, personale
email: info@capsoni.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Bettina Musatti,fotografa brasiliana attiva in Italia da parecchi anni, ci offre in questa mostra una serie di immagini “spiazzanti”.
Fotografie con un alto impatto visivo che creano un corto circuito percettivo in cui le categorie semantiche di “interno ed esterno” vengono trascese nell'analisi visiva, realizzata con gli strumenti fotografici utilizzati in modo sorprendente.
Dentro e fuori:il mostrare ciò che si utilizza all'interno ma non si espone con leggerezza, fare vedere gli strumenti dell'intimità violata del corpo che, con congegni tecnologici,viene forzato e aiutato; corretto.
La condivisione con i nostri sguardi diventa un esercizio di scansione emotiva, un 'a analisi a tratti quasi feroce.
La testimonianza di percorsi esistenziali che, attraverso la bocca, si aprono alla vita e alla crescita: Il respiro, il cibo, le parole....

Dice l’autrice:

La fotografia, da sempre, è il risultato di idee che accompagnano i momenti e il percorso della mia
vita. In questo caso i soggetti sono apparecchi odontoiatrici (concretamente utilizzati per gli interventi del caso sulle dentature delle mie figlie). Da anni li fotografo utilizzando la macro in diversi luoghi interpretandoli negli elementi della natura: Acqua, Aria, Fuoco, Luce, Ghiaccio, Terra , Metallo, Catrame.
Ne risultano oggetti particolari e irriconoscibili per chi non sappia già di cosa si tratta e ciò per
effetto delle dimensioni delle stampe e per le particolari angolature prescelte. Tutto questo conduce lo spettatore a lasciar andare la propria immaginazione, individuando ciò che è più consono a detta caratteristica (e capacità) personale.
Ho voluto sviluppare questo lavoro perché sono assolutamente convinta che, in un’epoca in cui la
fotografia è sempre più manipolata tecnologicamente, è fondamentale poter riscoprire la “purezza” di essa, così come è necessario far sì che incarni la visione particolare e personale che il fotografo ha del mondo, afferrando e trasmettendo le sensazioni che vive.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram