Ciriaca+Erre - In/Significant. I’m in silence 3095 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/06/2019
Archy Art è il nuovo software per gestire gli archivi d’artista
18/06/2019
VALIE EXPORT vince il Roswitha Haftmann Prize 2019. Il premio alla sua ricerca coraggiosa
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA BUCHMANN LUGANO ​ Via Della Posta 2 Lugano 6900

Lugano - dal 25 ottobre al 23 dicembre 2014

Ciriaca+Erre - In/Significant. I’m in silence

Ciriaca+Erre - In/Significant. I’m in silence -
Preparazione degli oggetti che compongono l’opera.
© Courtesy Buchmann Galerie Agra/Lugano and the artist; foto Ciriaca+Erre

 [Vedi la foto originale]
GALLERIA BUCHMANN LUGANO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Della Posta 2 (6900)
+41 (0) 91 980 08 30
buchmann.lugano@bluewin.ch
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Lo spazio cittadino Buchmann Lugano ospita la performance dell’artista italo-svizzera Ciriaca+Erre dal titolo IN/SIGNIFICANT, I’m in silence.
orario: da martedì a sabato, ore 13-18
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 25 ottobre 2014. dalle ore 16
autori: Ciriaca Erre
genere: arte contemporanea, performance - happening, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
L’azione performativa coinvolgerà in prima persona lo spettatore, trasformandolo in protagonista attivo dell’evento. Lo spettatore/attore sarà dunque invitato ad entrare in uno spazio di teli bianchi sospesi al centro della galleria dove ciò che è familiare smetterà di esserlo per assumere nuovi significati.
Ciriaca+Erre accoglierà all’interno di questo spazio una persona alla volta condividendo con essa un gesto intimo, oggi divenuto quasi insignificante, e al termine della singola azione performativa offrirà un semplice sassolino bianco recante la scritta “I’m in silence”: un invito a sperimentare il silenzio e a porsi in ascolto di sé, degli altri, e a un livello più profondo della natura e dell’universo. L’artista stessa rimarrà in silenzio per 366 ore consecutive (15 giorni circa), nel corso delle quali redigerà un ‘diario del silenzio’.
Una volta terminata la performance, il tutto si trasformerà in un’opera composta dagli elementi principali utilizzati e da un video aggiuntivo, diventando una vera e propria videoinstallazione, visibile a partire da martedì 28 ottobre.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram