Joanpere Massana - El Imperdible 3154 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUST GALLERY ​ Via Trevano 29 Lugano 6900

Lugano - dal 28 aprile al 26 luglio 2015

Joanpere Massana - El Imperdible

Joanpere Massana - El Imperdible
©Joanpere Massana
 [Vedi la foto originale]
MUST GALLERY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Trevano 29 (6900)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

“El imperdible” (spilla da balia) è il vero e proprio denominatore comune di tutte le opere dell’artista, strumento forgiato dall’uomo per bloccare, contenere ed unire, è usato nelle sue opere con un significato simbolico.
orario: Su appuntamneto
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 28 aprile 2015. 18.00
curatori: Maria Ares Chillon
autori: Joanpere Massana
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
MUST GALLERY è lieta di ospitare per la prima volta in Svizzera una selezione di opere pittoriche, cartacee e installazioni dell’artista spagnolo Joanpere Massana.
Ogni opera è parte di un racconto, come se fosse una pagina di un libro, ecco perché l’artista è solito utilizzare quale titolo per tutti i suoi progetti “Il libro di…”.
Le opere selezionate appartengono ai seguenti progetti: Il libro dei giochi; Il libro degli alberi; Il libro dell’acqua; Il libro dell’aria e Il libro della pelle, principali percorsi che hanno caratterizzato la ricerca artistica di Joanpere Massana dal 2001 a oggi.
“El imperdible” (spilla da balia) è il vero e proprio denominatore comune di tutte le opere dell’artista, strumento forgiato dall’uomo per bloccare, contenere ed unire, è usato nelle sue opere con un significato simbolico, infatti, spesso è rappresentato aperto quale sinonimo di un inizio del racconto, non potendo - l’artista - bloccare né il tempo né la memoria nei suoi libri.
Altro elemento peculiare dell’intera opera di Massana è l’utilizzo e l’inclusione di materiali disparati che si amalgamano alla grafia e alla pittura, questa complicità materica, oltre ad aggettare le opere in una vera e propria tridimensionalità, contribuisce ad accentuare la componente narrativa delle opere stesse.
Un’ulteriore interpretazione di queste intrusioni è anche dettata dall’intento di riportare oggetti appartenuti a un passato, come icone contenenti la memoria del tempo.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram