Marialba Russo - L'Incanto 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva FONDAZIONE MUDIMA ​ Via Alessandro Tadino 26 Milano 20124

Milano - gio 11 novembre 2004

Marialba Russo - L'Incanto

Marialba Russo - L'Incanto
FONDAZIONE MUDIMA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Alessandro Tadino 26 (20124)
+39 0229409633 , +39 0229401455 (fax)
info@mudima.net
www.mudima.net
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La Fondazione Mudima presenta il nuovo volume fotografico di Marialba Russo edito da Skira. E' una monografia dedicata all'atmosfera incantata delle suggestive e poetiche immagini in bianco e nero tipiche del lavoro dell'artista.
biglietti: free admittance
vernissage: 11 novembre 2004. ORE 18,30
editore: SKIRA
genere: presentazione

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Marialba Russo, napoletana, vive a Roma dal 1987. Studia pittura all'Accademia di Belle Arti di Napoli; si avvicina alla fotografia alla fine degli anni sessanta, e la sua attenzione è rivolta principalmente alle rappresentazioni religiose e alle feste popolari dell'Italia centro-meridionale. Tra il 1972 e il 1976 collabora con il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma. Negli anni 1976 e 1977 pubblica Al ristorante il 29 settembre 1974 e Giornale Spray nella collana "I Quaderni dello sguardo", da lei ideata. Accanto alla ricerca personale e all'attività espositiva collabora con "Vogue Italia" e altre testate giornalistiche italiane e straniere. Nel 1979, con la sequenza fotografica Il parto, Marialba Russo rappresenta l'Italia in "Venezia 79 la fotografia" nella sezione "Fotografia Europea Contemporanea" curata da Daniela Palazzoli, Sue Davis e Jean-Claude Lemagny. Un aspetto significativo del suo lavoro degli anni settanta sarà colto da Arturo Carlo Quintavalle nella mostra da lui curata nel 1999 "Il rosso e il nero. Figure e ideologie in Italia 1945-1980 nelle raccolte del CSAC".
Nel decennio successivo Marialba Russo è presente in diverse manifestazioni e iniziative dedicate alla fotografia in Europa e negli Stati Uniti, mentre continua a collaborare con alcune università italiane dove tiene corsi di fotografia. Prosegue le sue sperimentazioni sul linguaggio fotografico con i lavori Della serie delle centotrenta figure di spalle del 1981 e 1929 Ritratto di mio padre e mia madre del 1982. Nel 1989 la Galleria d'Arte Moderna Giorgio Morandi di Bologna propone una sua retrospettiva e la monografia "Marialba Russo - Fotografie 1980-1987", accompagnata da una lettera di Alberto Moravia. Negli anni novanta l'autrice muove la sua ricerca in una riflessione più intima e analitica, dove il paesaggio è metafora di un tempo interiore. È del 1993 Roma, Fasti Moderni - il disordine del tempo, un racconto fotografico sulla Roma archeologica costruito sul ritmo di una sequenza filmica. Epifanie del 1997 è una raccolta di fotografie di viaggio, a cui faranno seguito gli intimi racconti per immagini di Famosa del 1998 e del Ritratto di me del 1999. Le due esposizioni "Incantesimo", proposta dal Museo della Fotografia di Salonicco nel 2001, e "Passi" al Jin Tai Art Museum di Pechino nel 2003 sono brevi sequenze date in anteprima e tratte dall'Incanto, lavoro a cui l'autrice si è dedicata per dieci anni, dal 1990 al 2000. edizione bilingue (italiano-inglese)24 x 28 cm, 136 pagine, 118 b/n, cartonato

La presentazione del volume sarà in data 11 NOVEMBRE, ORE 18,30 via Tadino 26 I relatori saranno: Elio Franzini, Ermanno Krumm, Daniela Palazzoli, Roberta Valtorta - coordina Marina Giaveri
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram